windows 10 redstone 2
Redstone 2 sarà il prossimo major update di Windows 10

Giornata di aggiornamenti per tutti gli iscritti al programma Windows Insider. Nel corso di queste ore, Microsoft ha iniziato il rilascio di una nuova build nel fast ring, l’anello veloce dedicato agli aggiornamenti di sistema da far provare ai tester.

La Insider Preview in fase di rilascio è la build numero 14942 di Windows 10 per PC con nuove funzionalità esclusive dell’aggiornamento Redstone 2. Le novità che questo update porta con se sono parecchie, oltre quelle già annunciate, e il changelog ufficiale di Windows ci viene in aiuto per scoprirle tutte.

La prima nuova feature è la possibilità di nascondere la lista delle applicazioni nel menù Start. Questa novità è stata introdotta dopo i numerosi feedback ricevuti da parte della Community. Per attivarla basterà recarsi nel menù Impostazioni > Personalizzazione > Start e poi abilitare o disabilitare la voce Nascondi la lista delle applicazioni nel menù Start.

La seconda novità riguarda l’aggiornamento dell’applicazione Foto. Grazie all’ultimo update, l’applicazione Foto sui nostri PC risulterà più bella a vedersi e soprattutto più facile da utilizzare:
    • Foto si arricchisce di una nuova barra di navigazione orizzontale che permetterà una visualizzazione più facile delle immagini conservate negli album e nelle cartelle
    • Introdotto il tema chiaro per dare maggiore luce alle foto. Sarà comunque possibile tornare al tema scuro selezionandolo nelle impostazioni
    • Aggiunte nuove animazioni per l’ingresso e l’uscita dalla vista Collezioni per rendere più facile l’individuazione del punto da cui riprendere la navigazione tra le foto
    • Nuove funzionalità per scorrere tra le foto con il muse anche in modalità full screen
    • Inoltre, l’applicazione Foto è ora compatibile con Xbox One! Tutte le foto salvate in OneDrive saranno riprodotte in slideshow nel salotto di casa grazie all’utilizzo dell’account Microsoft utilizzato per Windows anche sulla console di Redmond.

Inoltre è stato migliorato l’uso del touchpad per dare maggiore precisione e migliorare l’esperienza utente. Sempre grazie ai feedback ricevuti, sono state effettuate alcune migliorie alle gesture, al rilevamento dei click e alla precisione dei touchpad. Questo permetterà un migliore rilevamento dei click destro e sinistro, una migliore gestione delle feature a due dita e una riduzione dei falsi positivi oltre che migliorare il “pinch to zoom”.

Migliorata l’esperienza di aggiornamento del PC. A partire dalla build numero 14926, Microsoft aveva annunciato che nel caso in cui si fossero disinstallate delle applicazioni preinstallate di Windows, queste non sarebbero state reinstallate durante un aggiornamento di sistema. Questa impostazione è rimasta ed è stata anche migliorata in questo update.Tutte le applicazioni disinstallate dall’utente, anche nel Settore IT, resteranno tali a meno che non si decida di reinstallarle.

Introdotta una nuova icona per Windows Update.  La nuova icona si va ad integraper perfettamente con lo stile delle icone di Windows 10. La nuova icona modificata verrà mostrata dopo l’aggiornamento per tutte le notifiche relative agli update presenti nell’Action Center.

Service Host suddivisi in processi separati per PC con più di 3.5 GB di RAM. Nel caso in cui stessimo operando con un PC dotato di più di 3,5 GB di memoria RAM, i processi attivi mostrati nella Gestione Attività saranno in numero maggiore rispetto alle build precedenti. Questo perché grazie agli hardware attuali è possibile mantenere attivi un numero maggiore di processi e ridurre l’uso dei Service Host, che comprimevano i processi per ridurre il consumo di RAM. Aumentare il numero di applicazioni visualizzate e non compresse, secondo Microsoft porta vari benefici tra cui:

  • Migliore affidabilità: quando un processo tra quelli compressi in Service Host si blocca, causa il blocco dell’intero processo Service Host.
  • Maggiore trasparenza: grazie a Gestione Attività sarò più facile determinare quali applicazioni sono eseguite in background
  • Riduzione dei costi di manutenzione: grazie alla maggiore trasparenza di cui sopra, sarà più facile risalire all’esatto processo che ha causato un crash
  • Migliore sicurezza: sarà possibile settare singolarmente i processi e i consumi.

Aumentato il range delle Active Hours. Viene modificata la durata delle Active Hours che sulle versioni Pro, Enterprise ed Education sale a 18 ore, mentre per la versione base Home restano stabili a 12 ore. La gestione rimane invariata.

Come per ogni build del fast ring, si tratta di una versione di prova in fase di test. Quindi potrebbero sorgere alcuni problemi. Microsoft segnala alcuni bug già conosciuti su cui si è al lavoro ma invita tutti gli utenti a trovarne e segnalarne altri:

  • Difficoltà a collegarsi ai giochi che utilizzano Xbox Live, a causa del seguente problema;

Gli Insider che utilizzano server locali intranet potrebbero avere difficoltà di connessioni.

  • Per risolvere l’errore è possibile eseguire dal prompt dei comandi le seguenti stringhe e successivamente riavviare il PC:
  • REG ADD HKLM\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\W3SVC /v SvcHostSplitDisable /t REG_DWORD /d 1 /f
  • REG ADD HKLM\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\WAS /v SvcHostSplitDisable /t REG_DWORD /d 1 /f

Per concludere, Microsoft ha rilasciato un elenco di tutti i bug di sistema risolti con questo update:

  • Aggiornato l’Assistente Vocale per permettere la lettura dei contenuti dell’applicazione prima delle barre di navigazione
  • Risolto il problema con il comando sfc /scannow che restituiva l’errore: “impossibile eseguire il comando”
  • Risolto il problema con alcune notifiche che se cliccate nell’Action Center non funzionavano
  • Risolto un problema in Impostazioni > Personalizzazione > Sfondo che andava in crash o mostrava una finestra bianca
  • Risolto un problema di Windows Defender che consumava una quantità eccessiva di risorse
  • Risolto un problema che causava risposte lente nella pagina Stampanti e dispositivi quando si utilizzano determinati device audio
  • Risolto un problema relativo alle partizioni NTFS di hard disk esterni che risultavano non formattati
  • I nomi personalizzati delle stampanti resteranno invariati quando si aggiornerà la build
  • Migliorato il framerate quando la Game Bar è attiva