allowhatsapp
Chi vincerà secondo voi?

Un confronto tra i due sistemi di messaggistica istantanea è diventato ormai necessario per una scelta più appropriata, a seconda delle nostre esigenze. Google Allo è stato uno dei temi principali della manifestazione Made by Google. Si tratta del servizio di messaggistica istantanea che incorpora il nuovo assistente vocale. Questa applicazione consente di visualizzare, in pratica, come funziona  il successore di Google Now. Ma quale scegliere se l’alternativa è Whatsapp?

Somiglianze

Entrambi sono servizi di messaggistica. Il massimo comune denominatore è che stanno mirando a mantenere le persone collegate, attraverso un’interfaccia molto semplice. In ambo i casi è possibile inviare messaggi di testo, messaggi vocali registrati e impostare le chat di gruppo. La spunta doppia blu consente di sapere se il destinatario ha ricevuto il messaggio. Allo stesso modo, entrambi si avvale del sistema di crittografia per proteggere la privacy degli utenti.

Differenze

L’assistente virtuale
La grande differenza che Allo incorpora è Google Assistant. Questo assistente virtuale svolge diverse funzioni. Ad esso si può chiedere, come con Google Now, la ricerca di informazioni sul web (clima, trasporti, notizie, etc.). E risponde anche direttamente se è menzionato nella conversazione utilizzando @google. Inoltre, è possibile dare suggerimenti spontaneamente. Questo significa che, se capisce che si sta parlando di andare a cena da qualche parte ad esempio, può suggerire ristoranti o bar nelle vicinanze.

Chat nascosto
Con Allo è possibile avviare le chat in incognito. Quando questa opzione viene selezionata, la schermata diventa blu scuro. È possibile impostare la scomparsa dell’orario di invio dei messaggi scambiati. Telegram e WhatsApp non hanno questa alternativa.

Chiamata
A questo punto, Allo ha uno svantaggio rispetto a WhatsApp. Si tratta, infatti, di un’applicazione che non consente di effettuare chiamate o videochiamate tramite l’app stessa. Per la seconda opzione, può essere utilizzato Duo, che è stato lanciato di recente unicamente a questo scopo. WhatsApp, dal canto suo, può effettuare chiamate e presto, si dice, consentirà il video con funzione di chiamata.

Decorare foto e video
Entrambi, WhatsApp come Allo, includono l’opzione di decorare foto e video utilizzando testo, adesivi e pennarelli. Tutte le funzioni molto simili a Snapchat. La differenza è che WhatsApp, per ora, offre queste alternative solo per gli smartphone Android. Per i dispositivi iOS, invece, queste opzioni giungeranno più tardi, ma ancora nessuna data è ufficiale. Inoltre, per quanto riguarda gli adesivi, Allo offre molte più alternative rispetto a WhatsApp, sebbene per ora, consentono solo l’uso di emoji. In entrambi i casi, però, è possibile regolare le dimensioni degli adesivi e il testo inserito semplicemente con le dita sul display.