Vodafone
Vodafone annuncia nuove rimodulazioni che entreranno in vigore dal 20 novembre prossimo

Da Vodafone apprendiamo una notizia non proprio fausta. A partire dal 20 novembre prossimo verranno attuate alcune rimodulazioni. Le variazioni contrattuali questa volta colpiranno gli utenti che hanno sottoscritto alcune delle offerte di telefonia fissa ideate dal gestore rosso.

“Brutte notizie” da Vodafone

I cambiamenti che verranno applicati dal 20 novembre prossimo variano in base alla tipologia del contratto sottoscritto. Ad esempio, chi ha il piano base della linea telefonica fissa passerà al piano Plus che consentirà di chiamare tutti i numeri mobili Vodafone a fronte di un rincaro di ben 3 euro ogni 4 settimane.

Tutti gli altri utenti, invece, pur passando allo stesso piano Plus subiranno un rincaro di “soli” 1,49 euro ogni 4 settimane. Oltre a ciò, chi ha associato al proprio piano una SIM riceverà gratuitamente 1 GB aggiuntivo di traffico Internet. Di seguito vi proponiamo la comunicazione ufficiale diramata dal gestore Vodafone:

“Ai sensi dell’art. 70 comma 4 del Decreto legislativo 1° agosto 2003 n. 259 e dell’art. 16 delle Condizioni Generali di Contratto per il servizio mobile Vodafone in abbonamento entro 30 giorni dalla comunicazione in fattura e’ possibile recedere dal contratto o passare ad altro operatore senza penali. In caso di recesso da un’offerta che include telefono o tablet o mobile Wi-Fi saranno addebitate, a seconda dell’offerta, le eventuali rate residue e il corrispettivo di recesso anticipato, che saranno comunque sempre inferiori o pari al valore del dispositivo al momento dell’acquisto.. Il diritto di recesso potrà essere esercitato gratuitamente inviando una raccomandata A/R a Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 – 10015 Ivrea (TO), indicando come causale “cambio delle condizioni tariffarie”. In caso di recesso, per non perdere il numero, oltre a inviare la raccomandata, e’ necessario anche passare contestualmente ad altro operatore”