intelligenza artificiale successore di Siri

Samsung acquista Viv, Intelligenza artificale successore di Siri realizzata dagli stessi sviluppatori che nel 2012 lasciarono Apple per creare l’assistente personale più avanzato a disposizione.

Dag Kittlaus, Adam Cheyer and Chris Brigham: se non conoscete questi nomi, segnateli. Sono i fantastici tre che crearono Siri, l’assistente integrato all’interno dei prodotti Apple a partire dal 2010.

I tre lasciarono Apple dopo l’acquisizione per fondare una propria compagnia e un prodotto in grado di superare Siri. Viv è la naturale evoluzione degli assistenti personale, da semplice assistente richiamabile a voce ad interfaccia intelligente richiamabile a voce.

Samsung ha colto in piena il valore di Viv per i suoi prodotti. Con oltre 500 milioni di dispositivi mobili venduti ogni anno, può contare su numeri enormi per diffondere un servizio come Viv. Inoltre Samsung rappresenta per l’azienda l’unico partner capace di contrastare, tra alti e bassi (dopo il caso dei Galaxy Note 7 esplosivi, NdR), il dominio di mercato imposto da Apple.

Viv non è solo il successore di Siri, è quello che sarebbe dovuto essere: un’interfaccia intelligente progettata per infinite possibilità

Cosa però differenzia tanto Viv da Siri? In primo luogo, Viv non è un assistente, ma è più un’interfaccia vocale. La visione della compagnia è quella di essere un prodotto da poter inserire ed integrare in una vasta gamma dispositivi, e non essere legato ad una singola linea di prodotti come quelli a marchio Apple.

La seconda differenza è data dalla scalabilità crescente, ed in parte autonoma, di questa interfaccia intelligente. Viv infatti utilizza una tecnologia che rappresenta una vera rivoluzione nel mondo dell’intelligenza artificiale: denominata “Dynamic program generation“, questa tecnologia consente a Viv di capire le intezioni espresse dall’utente, ed in soli 10 millisecondi scrive delle righe di codice per risolvere efficacemente il quesito.

Viv non è certamente la prima IA capace di scrivere codice da sola, ma l’integrazione in questo contesto è qualcosa di totalmente nuovo. Mano a mano che nuovi intenti e richieste vengono effettuate dagli utenti, Viv sarà in grado di soddisfarle sempre più velocemente una volta “scritto” come risolverle.

Non stupisce quindi che Samsung abbia acquistato Viv, l’Intelligenza Artificiale successore di Siri. Essendo un’azienda con un enorme potenziale di penetrazione, potrebbe essere il trampolino di lancio giusto verso un ampio bacino di utenti.

Samsung ha infatti intere linee di prodotti in cui potrebbe venire integrato Viv, che grazie alla sua IA e all’avvento dell’Internet of Things non diventerà appannaggio esclusivo dei nostri smartphone. Nel futuro potremo trovare il simbolo di Viv su di un elettrodomestico e dialogarci in modo naturale, con tutta la potenza di questa interfaccia intelligente a nostra disposizione.

https://youtu.be/Rblb3sptgpQ