I nuovi auricolari AirPods presentati da Apple durante l'ultimo Keynote
Eccoli, i nuovi auricolari AirPods.

Dopo la consueta, come ogni anno, sfida di resistenza tra il top di gamma Apple e quello Samsung (in questo caso iPhone 7 e Galaxy S7), torniamo a parlare di quanto presentato dalla società di Cupertino nell’ultimo keynote in particolare, ci concentriamo su un prodotto passato un po’ in sordina ovvero le nuove cuffie Bluetooth.

Complici gli altri device più importanti che hanno catalizzato l’attenzione dei media e del grande pubblico ed il fatto che Apple non abbia ancora mandato in onda alcuno spot sulle cuffie bluetooth, era facilmente immaginabile che l’interesse dei consumatori non fosse poi così alto invece, stando ad alcuni dati che vi riportiamo di seguito, pare proprio che le persone siano più intenzionate all’acquisto degli auricolari rispetto al nuovo modello di Apple Watch. Insomma, che Apple sia riuscita nell’intendo di far passare il messaggio che le nuove AirPods non sono semplici cuffie senza fili ma un vero e proprio concentrato di tecnologia grazie all’integrazione con Siri, ai sensori infrarossi ed alla superficie tattile?

Forse sì ma quello che sinceramente non ci aspettavamo è che, su un campione di utenti generici e quindi non necessariamente utenti possessori di iPhone, il 12% si dichiara intenzionato all’acquisto delle cuffie nonostante il prezzo particolarmente elevato (in Italia costano 179 euro, ndr) mentre, soltanto l’8% degli intervistati ha spiegato che acquisterà una delle nuove versioni dello smartwatch prodotto dall’azienda di Cupertino. Per cui, a questo punto, la domanda sorge spontanea: si tratta di un successo per le cuffie bluetooth AirPods o di un fallimento nella comunicazione o nella progettazione di Apple Watch 2?

Parlando dell’eterna lotta tra utenti Android e Apple ci chiediamo: perchè gli utenti Android odiano così tanto quelli Apple e soprattutto, chi odia di più chi?