whatsapp
Come etichettare gli utenti in un gruppo

Se un individuo vuole per fare una domanda o un commento ad un particolare membro all’interno di un gruppo di WhatsApp, si può far recapitare direttamente al destinatario in questione il messaggio. Il tutto in modo molto semplice, che ricorda un po’ le dinamiche di Twitter. Basta, infatti, digitare il simbolo @ seguito dal nome del o dei partecipanti per “etichettare” il messaggio e far sì che il vero destinatario lo riceva.

WhatsApp ha incluso questa nuova possibilità nei suoi gruppi di chat e permette di codificare uno o più membri della stessa conversazione, digitando la ormai celeberrima “chiocciola” seguita dal nome della persona. Questo nuovo strumento è ora disponibile su Android e iOS, ma non sulla piattaforma web.

Se una persona vuole fare una domanda o un commento ad un particolare membro all’interno di un gruppo di WhatsApp, dunque, può farlo digitando il simbolo di chiocciola. Nel frattempo, ogni etichetta otterrà una notifica, anche se avete disattivato la conversazione. Questo comporta che il messaggio etichettato sia indipendente dal resto della conversazione di gruppo e comunque se ne riceverà una notifica.

big_355d6805de9a4c5ce334e5ce78305ca3

L’opzione è ora in esecuzione sia Android che iOS ma, come detto, non sulla piattaforma web del servizio di messaggistica istantanea di proprietà di Facebook. Pochi mesi fa, WhatsApp aveva aggiunto alle chat di gruppi la possibilità che il messaggio di un utente fosse più chiaro a chi o a che cosa stesse rispondendo. Inoltre, si era ampliata la dimensione dei gruppi di chat da 100 a 256 membri.

Non c’è che dire: WhatsApp è e vuole rimanere il servizio di messaggistica più utilizzato. E aggiornamento dopo aggiornamento sembra davvero riuscirci, consentendo all’utente di avere conversazioni quanto più lineari e chiari possibile.