waze

Quali sono i luoghi migliori e peggiori dove guidare? Questa domanda fino ad ora non ha mai potuto avere risposta, ma adesso finalmente è possibile. Secondo una ricerca effettuata da Waze, la nota applicazione di navigazione acquistata da Google, è stata stilata una mappa interattiva dei luoghi migliori e peggiori dove guidare.

Il Driver Satisfaction Index Score tiene conto di alcuni parametri analizzati da Waze. Si tratta di sei fattori chiave per la guida che creano un numero compreso tra uno e dieci. I parametri valutati riguardano fattori come la densità del traffico, la qualità della strada, i tempi di percorrenza, il numero di incidenti, i fattori socio-economici che influiscono sul prezzo del carburante, ed altri piccoli fattori che possono influire sull’esperienza di guida degli utenti e sulla loro felicità alla guida. I valori numerici ottenuti dal calcolo incrociato di questi fattori indicano quindi il livello di soddisfazione partendo da molto insoddisfacente a molto soddisfacente, il tutto a livello mondiale.

A livello mondiale e per il secondo anno consecutivo, i Paesi Bassi vincono il titolo di nazione migliore al mondo dove guidare, grazie all’elevata qualità delle strade e dei servizi annessi oltre che al traffico scorrevole. A seguire troviamo Francia, Stati Uniti, Repubblica Ceca e Svezia.

I dati relativi al nostro paese sono contrastanti. Sebbene l’Italia si posizioni al margine della top ten con il decimo posto a livello globare e l’ottavo posto considerando soltanto i paesi Europei, gli italiani sono i guidatori più infelici soprattutto per quanto riguarda l’accesso a parcheggi e per il traffico. Il primo posto della classifica Italiano spetta a Milano, che risulta così essere la città migliore dove guidare, seguita da Napoli e Roma. A Torino spetta l’ultimo posto come risultato generale mentre eccelle nella categoria dedicata alla qualità delle strade e delle infrastrutture. La mappa è liberamente consultabile a questo indirizzo.