pokemon go
Un calo evidente di utenti, sono 15 milioni in un mese

Il successo di Pokémon GO dopo una prima fase da record, adesso sembra vivere una fase altalenante. Gli sviluppatori di Niantic stanno cercando di risvegliare l’interesse degli utenti attraverso il rilascio costante di nuovi aggiornamenti. L’ultimo in particolare introduce una feature molto interessante, quella del Buddy Pokémon, un mostriciattolo tra quelli catturati che che ci seguirà negli spostamenti e rilascerà caramelle e potenziamenti una volta raggiunta una certa distanza.

Tuttavia, nonostante il costante calo di utenti attivi rispetto alle prime fasi del rilascio dell’applicazione, una nuova analisi rileva come i profitti derivanti dagli acquisti in-app sembrano non arrestarsi. La ricerca condotta dallo studio Slice Intelligence negli Stati Uniti evidenzia come ci sia stato un calo del 79 per cento rispetto al momento di maggiore espansione degli acquisti in-app.

Tuttavia Pokémon GO riesce a convincere il doppio degli utenti, sempre rispetto al momento di maggiore espansione, ad effettuare tali acquisti. Il riferimento è stato preso tenendo conto della diffusione del gioco su entrambi gli store: Google Play e Apple Store.

Leggi anche:  Pokémon GO, in arrivo la terza generazione di mostriciattoli
pokemon go
Le percentuali dei ricavi generati da acquisti in-app

Questo significa che Pokémon GO detiene un particolare record: detiene il 28 per cento di tutti i ricavi provenienti dagli acquisti in-app. Per evidenziare quanto sia significativa questa percentuale, il secondo in classifica è Candy Crush Saga che detiene solo il 4,5 per cento, seguita a ruota da Candy Crush Soda Saga con il 3,5 percento.

Ricordiamo che Niantic ha già annunciato il supporto ufficiale del proprio gioco su Apple Watch e l’arrivo di uno smartband dedicato da indossare al polso, il Pokémon GO Plus, che segnalerà la presenza di animaletti catturabili nelle vicinanze attraverso la vibrazione.