Samsung Galaxy A3
Il Samsung Galaxy A3 nella versione 2015

Samsung sembra non dimenticare i propri dispositivi anche se non sembrano essere proprio recentissimi. Infatti dopo l’aggiornamento del Galaxy Note 4 ecco arrivare anche un aggiornamento importante per il Galaxy A3 SM-A300FU nella versione 2015. L’update infatti porta con se Android Marshmallow su questo dispositivo medio gamma dopo l’aggiornamento analogo ricevuto dalla versione 2016 del Galaxy A3 nel corso del mese di Luglio.

Ricoridamo che ci troviamo di fronte ad un device dotato di un System-on-a-Chip Qualcomm Snapdragon 410 Cortex-A53, una cpu Quad-Core con frequenza di clock a 1.2 GHZ, unita ad una GPU Adreno 306 e 1.5GB di memoria RAM. Il display è un Super AMOLED da 4.5” con risoluzione da 540 x 960 pixel.

Queste caratteristiche tecniche, sebbene in grado di far girare perfettamente il sistema operativo, ne potrebbero limitare in parte le funzionalità e le novità introdotte da Android Marshmallow, soprattutto in termini di potenza e resa visiva. Sicuramente le funzionalità come Doze, la modalità di risparmio energetico implementata da Google, e la gestione dei permessi saranno attive e completamente funzionanti.

Leggi anche:  Galaxy S9 si mostra in un nuovo stupendo video, ci sono anche le specifiche tecniche
Il roll out è incominciato proprio in queste ore anche nel nostro paese. Sarà possibile effettuare l’aggiornamento sia tramite OTA che tramite installazione manuale. L’OTA sarà rilasciato a scaglioni secondo un procedimento staged roll-out. Non c’è da preoccuparsi se la notifica della disponibilità del nuovo update non compare immediatamente in quanto potrebbe volerci qualche giorno. È possibile provare a forzare l’arrivo della notifica recandosi nel menù Impostazioni, cliccare sulla voce Info sul Telefono e verificare la presenza di nuovi aggiornamenti.Per tutti coloro che volessero effettuare l’update manualmente invece, è possibile effettuare il download della build direttamente dal questo sito e seguire la nostra guida all’aggiornamento avendo cura di sostituire la build indicata nella guida con la release scaricata in precedenza.