Dirty Unicorns
Tante ed interessanti funzionalità originali.

Anche se siamo praticamente già in era Android Nougat, le ROM più conosciute e diffuse faticano ad aggiornarsi in questi primi mesi per cui, i pacchetti di rilievo rimangono quelli con compatibilità Android 6.0 Marsmallow o addirittura Android 5.0 Lollipop. Questa settimana abbiamo deciso di parlarvi di Dirty Unicorns, una ROM interessante che offre diverse funzionalità (in un certo senso ‘proprietarie’) per tutti gli utenti Marshmallow. Scopriamo di che cosa si tratta!

Caratteristiche principali:

Inizialmente diffusasi nella versione per Lollipop, finalmente anche la Dirty Unicorns ha fatto il ‘salto di qualità’ ed ha recentemente raggiunto la compatibilità con Android 6.0 introducendo diverse novità interessanti. Proprio così: infatti il team ha preferito realizzare nuove features piuttosto che limitarsi ad un semplice porting di quelle già presenti e conosciute tra le schiere di utenti sostenitori dell’unicorno. Tra quelle più importanti segnaliamo Fling, SmartBar, Pulse e Themes Tile.

La prima di queste è probabilmente anche quella più smart in quanto si tratta di un vero e proprio sistema di navigazione personalizzabile basato sulle gesture dell’utente: si potrà associare univocamente ad un gesto, funzionalità come l’apertura di una specifica app o di un contatto etc. SmartBar invece è stata pensata per gli utenti che non hanno o che preferisco i pulsanti di navigazione a schermo: anziché i soliti tre proposti da Google, se ne potranno impostare fino ad un massimo di 10, ognuno associabile ad una scorciatoia a discrezione dell’utente. Per gli appassionati di musica invece hanno pensato a Pulse, che non è altro che un equalizzatore abbastanza ben realizzato che si attiverà durante la riproduzione dei vostri file audio. Per ultima, ma non per importanza, troviamo Themes Tile che, come facilmente intuibile, offrirà agli utenti la possibilità di personalizzare l’aspetto di ogni singola app, procedendo eventualmente una per volta. Oltre a queste funzionalità, segnaliamo anche il doppio tap per risvegliare o spengere lo schermo, un ad blocker ed un menù di accensione/riavvio con altre impostazioni interessanti. Per tutte le altre informazioni, potete consultare il link al sito ufficiale presente in calce mentre, per quanto concerne i device compatibili con la ROM per Marshmallow, ecco la lista aggiornata.

  • Asus Zenfone 2 Laser (Z00T)
  • Google Pixel C (dragon) 
  • HTC One M8 (m8)
  • Motorola Moto X Play (lux)
  • Motorola Moto X Pure (clark)
  • Nextbit Robin (ether)
  • Nexus 5 (hammerhead)
  • Nexus 5X (bullhead)
  • Nexus 6 (shamu)
  • Nexus 6P (angler)
  • Nexus 9 (flounder)
  • Nvidia Shield K1 (shieldtablet)
  • OnePlus One (bacon)
  • OnePlus Three (oneplus3)