Apple
Jack da 3.5 mm, Apple deve mantenerlo, parola di Wozniak

Steve Wozniak, l’uomo che insieme a Steve Jobs ha fondato Apple, ammonisce l’azienda riguardo le indiscrezioni secondo cuii sarebbe in procinto di abbandonare il jack da 3,5 mm sugli iPhone delle prossime generazioni.

Si suppone che Apple produrrà dispositivi sempre più sottili e questi non disporranno dello spazio necessario all’installazione del jack da 3.5mm, standard al momento di una stragrande maggioranza di cuffie ed auricolari. Un adattatore collegato al connettore di ricarica o la connessione Bluetooth sembrerebbero le possibili scelte di Apple.

Apple non deve abbandonare il jack da 3.5, Steve Wozniak spiega perché

Risale a mercoledì scorso l’intervista rilasciata da Wozniak all’Australian Financial Review, nella quale il cofondatore di Apple ha espresso il suo parere a riguardo, lanciando un ammonimento:

“Non voglio usare il Bluetooth… Non mi piace la connessione wireless. Possiedo auto sulle quali è possibile collegare la musica, o passare attraverso il bluetooth, e il Bluetooth restituisce un suono più piatto per la stessa musica […] Se mancasse il jack da 3.5 mm un sacco di gente si arrabbierebbe”.

Leggi anche:  iOS 11 supera ufficialmente iOS 10, è presente sul 47.3% dei dispositivi

Occhi puntati su Apple, dato il pensiero di Wozniak, una scelta sbagliata potrebbe far cambiare idea a tutti quei clienti che considerano il marchio un’eccellenza in fatto di qualità del suono, risulta difficile immaginare Wozniak costretto ad utilizzare un dispositivo non Apple per ascoltare la sua musica preferita.

Va ricordato che Apple è abituata a vincere le scommesse e dettare gli standard. Nel 2007, il lancio del primo iPhone non è stato accolto benissimo dagli addetti ai lavori, data la mancanza di un lettore di schede di memoria che permettesse l’espansione della memoria, il risultato finale è sotto gli occhi di tutti.

Apple ha sempre continuato sulla propria strada, non è mai scesa a compromessi, con iPhone, iPad e iPod ha dettato tendenze, mode e regole di mercato, senza mai sbagliare un prodotto e riuscendo a mantenere standard qualitativi di altissimo livello.