Pokémon GO
Gotta catch ’em all!

Nonostante se ne stia parlando sempre meno, come accade prima o poi ad ogni fenomeno del momento, gli appassionati e giocatori di Pokémon GO sono ancora molti, sparsi un po’ in tutto il mondo. E se da una parte c’è chi non capisce il gioco e si preoccupa di conseguenze come la dipendenza dall’App, arrivando persino a chiedere allo sviluppatore il blocco del titolo, dall’altra troviamo schiere di giocatori che cercano di diventare i più forti della loro zona o città, conquistando palestre e stracciando gli avversarsi in combattimento. Oltre alla fortuna di trovarsi nel posto giusto al momento giusto per catturare qualche mostriciattolo più o meno raro, ci sono anche dei veri e propri parametri che è bene conoscere prima di potenziare o fare evolvere i vostri Pokémon. Scopriamo cosa sono e come funzionano, nella nostra guida!

IV – Valori Individuali

Si potrebbe dire che ogni Pokémon ha dei veri e propri geni (alla stregua di come avviene nel titolo originale Nintendo anche se, a dire il vero, su Pokémon GO la situazione è un po’ più semplificata, ndr) che sono richiamati sotto il nome di IV: Valori Individuali (Individual Values) e sono il frutto della combinazione delle statistiche di Attacco, Difesa e Stamina. Più il punteggio in IV è vicino al valore massimo di quella determinata specie, più il Pokémon corrispondente è forte (oppure perfetto nel caso di IV massimo). Pertanto, prima di utilizzare la Polvere di stella accumulata e le Caramelle raccolte nel tempo, è bene conoscere e capire quali sono tra i Pokémon che avete, quelli da far progredire e su cui vale la pena spendere del tempo. Innanzitutto dovete sapere che il gioco compie il calcolo randomicamente tuttavia è possibile stabilire, grazie ad uno strumento che vi spiegheremo di seguito, la percentuale di perfezione all’interno della quale rientra un Pokémon in particolare con caratteristiche specifiche. E per eseguire questo calcolo, vi basterà avere a portata di mano i PL (Punti Lotta), gli HP (Punti vita) e la quantità di Polvere richiesta per il potenziamento del Pokémon. Scopriamo come fare.

Leggi anche:  Pokémon GO, la terza generazione sempre più vicina: tutti gli indizi

Calcolatore di Valori Individuali

Siete curiosi di scoprire se i vostri pupilli diventeranno delle vere e proprie macchine da guerra? Allora procediamo!

  • Per prima cosa è necessario collegarsi a Pokémon Game Info che mette a disposizione un calcolatore facile da utilizzare e funzionale
  • Lanciate Pokémon GO, fate un tap su Pokémon e selezionatene uno a scelta tra quelli che avete catturato
  • Adesso è bene che vi appuntiate i tre valori necessari al calcolo degli IV (di seguito trovate uno screenshot esplicativo)
  • Tornate sul sito web linkato sopra ed inserite il nome del Pokémon, il primo valore chiamato CP (PL nella versione italiana), i punti vita e il costo in polvere
  • Spuntate una delle due opzioni: la prima se avete appena catturato il Pokémon e non lo avete mai potenziato e la seconda nel caso opposto.
  • Premete infine su Calcola e…

Una volta compiuto il calcolo, potete cliccare su Refine Results ed inserire i dati aggiornati del vostro mostriciattolo per rifinire ancora di più i risultati e rendere al calcolatore più facile da prevedere la curva di miglioramento delle statistiche. Come potete apprezzare qua sopra, i due Squirtle offrono differenti range di miglioramento: generalmente, più i valori sono vicini al 100% e più forte sarà il Pokémon mentre più il range è ristretto e più è facile prevederne il comportamento in futuro. Queste sono le due linee guida fondamentali da seguire se siete alla ricerca del Pokémon perfetto. Insomma, valutate di conseguenza quali potenziare ed allenare e quali invece, restituire al Professor Willow in cambio di caramelle fondamentali per l’evoluzione di quella determinata specie.

Con questo è veramente tutto: continuate a giocare e a divertirvi senza usare cheat perché il ban permanente di Niantic è dietro l’angolo e, se avete qualche domanda o volete qualche parere sui vostri Pokémon, scriveteci nei commenti qua sotto. Gotta catch ’em all!