iBoat
L’ultima eredità di Steve Jobs

Un dispositivo come un tablet che, da remoto, sia in grado di comandare una barca. Potrebbe essere questa l’ultima eredità tecnologica di Steve Jobs, il genio della tecnologia, scomparso nel 2011.

La notizia trapela dalla miriade di brevetti depositati presso il Trademark Office (Ufficio brevetti e marchi registrati) degli Stati Uniti. È il può brevetto 324, che corrisponde al numero di brevetti di cui Jobs è chiamato ad esserne l’inventore o co-inventore, per conto della sua Apple e di Savant, una società dedicata alla domotica.

Proprio la domotica è la parte interessata ad uno sviluppo che cerca di raggiungere, attraverso un dispositivo mobile (che può essere un tablet o uno smartphone) con connessione internet o utilizzando un unico comando, la gestione di altri strumenti come la TV, l’illuminazione domestica o l’attivazione degli apparecchi elettrici.

I media che in questi giorni si sono dedicati a questo nuovo dispositivo lo hanno chiamato iBoat e si tratta di uno strumento al quale Jobs probabilmente ha lavorato a bordo di Venus, il lussuoso e impressionante yacht che apparteneva al genio di Apple. Le immagini del suo interno sono state tenute nascoste per diverso tempo e svelate solo negli ultimi anni. E queste rivelano schermi iMac nell’area di controllo della nave.

Leggi anche:  Apple: trapelati i nomi in codice degli iPhone del 2018

Secondo quanto si evince dal brevetto, iBoat funziona come telecomando per il funzionamento di una nave. Questo ci ricorda che Apple è stata classificata come l’azienda più innovativa al mondo, seguita da Google, 3M, Samsung, General Electric, Microsoft, Toyota, P & G, IBM e Amazon. Nel 2015, un’altra classifica, dopo aver considerato il numero di brevetti registrati, le aziende più innovative erano International Business Machines Corp, Samsung e Canon, rispettivamente a quota 7.355, 5.072 e 4.134 brevetti. E, ancora, nel 2012 Business Insider aveva stimato che Apple avesse all’attivo qualcosa come 4.649 brevetti negli Stati Uniti, in una classifica guidata da Samsung, Canon e Sony.

Al momento, comunque, grande interesse è riservato allo yacht Venus. E ciò per il lusso e la tecnologia che ne attira sicuramente l’attenzione, perché sono simboli di stili di vita cui molti aspirano, mentre per altri di sicuro richiamo è la progettazione e la qualità degli interni a bordo. Questi due elementi sono caratteristici di navi che, oggi, solcano i nostri mari. E anche un mercato in cui la personalizzazione risponde alle esigenze specifiche di chi acquista questi yacht.