emoji whatsapp
Come attivare la emoji nascosta su WhatsApp

Gli emoji danno un tocco in più ai servizi di messaggistica, insieme agli adesivi (sebbene in misura minore) ed ai messaggi vocali. Questo è innegabile. Anche se esiste una serie di sticker preferita per il suo significato, il valore di questi “ideogrammi della lingua hi-tech” (prendiamoci questa licenza) è quello di dare un contesto ai semplici messaggi. E, per questo, non c’è alternativa migliore delle emoji a tema, realizzate ad hoc per eventi sociali, culturali e sportivi.

Ci ha già pensato Twitter, il quale ha scommesso sulla creazione di una propria emoji all’interno dei messaggi di gruppo e riguardanti uno stesso tema: Game of Thrones, la Coppa del Mondo, i Campionati Europei, il Super Bowl, solo per citarne alcuni. E la verità è che funziona. Gli utenti le usano e generano anche una sorta di novità ad ogni interazione. Ma Twitter non è e non sarà l’unica società ad inserire nelle proprie chat le emoji a tema.

Ci ha pensato anche WhatsApp, il quale ha iniziato ad includere queste speciali “faccine” che vanno oltre l’elenco del sistema operativo Unicode Emoji. E specifichiamo anche che, finora, nessun annuncio è stato dato ufficialmente perché, in fondo, pare si tratti ancora di un esperimento per il servizio di messaggeria più usato. Ed è limitato ad un nuovo emoji con il simbolo dei giochi olimpici, ideato appunto per le Olimpiadi di Rio, attualmente ancora in corso. Insomma, WhatsApp ha voluto emulare Twitter e la sua iniziativa in occasione di altri eventi sportivi.

WhatsApp, dunque, ha incluso una emoji “segreta” contenente il simbolo dei Giochi Olimpici, i celeberrimi cerchi multicolore, non previsto però dal suo sistema operativo. Ecco perchè definita “segreta”. Per utilizzarla, occorre semplicemente cercare all’interno della tastiera emoji per Android (nell’ultima versione dell’applicazione installata) e lo stesso anche per la versione WhatsApp web. Questo perchè occorre aggiornare prima l’app, altrimenti non è inclusa. Al contrario, se si utilizza un iPhone – ed è qui la reale differenza, bisognerà copiare la emoji stessa dal messaggio inviato da un amico in possesso di smartphone Android o inviarla dalla piattaforma web del servizio di messaggistica. Ma, questo, almeno per ora.