Galaxy Note 7, primo top gamma Samsung presentato nella sola versione Edge
Galaxy Note 7, primo top gamma Samsung presentato nella sola versione Edge

Il nuovissimo Samsung Galaxy Note 7, presentato appena qualche giorno fa, ha fatto molto discutere di se per per vari motivi, tra cui anche il rilascio di una versione potenziata nel solo mercato cinese. Samsung, in vista dell’imminente arrivo di Android 7.0 Nougat ha dichiarato che il Galaxy Note 7 dovrebbe ricevere l’aggiornamento alla nuova versione del sistema operativo del robottino nel giro di due o tre mesi.

L’inizio del roll-out sui terminali Samsung dovrebbe avvenire a partire dal top di gamma della serie Note e poi continuare con S7 ed S7 Edge scendendo via via verso tutti gli altri dispositivi ancora ufficialmente supportati. L’obiettivo della casa coreana è quello di riuscire ad aggiornare i principali dispositivi entro la fine dell’anno, ma il tutto dipende dalla fase di beta testing. Se i risultati dovessero essere quelli previsti in termini di stabilità e performance, si potranno rispettare le tempistiche indicate; ma se dovessero insorgere problemi, l’aggiornamento slitterà finché non saranno risolti tutti i bug.

Leggi anche:  Samsung Galaxy S7 e Galaxy S7 Edge, come migliorare la fotocamera con questa MOD

Ricordiamo che questa situazione è alquanto strana in quanto LG, che è attualmente al lavoro sul V20 la cui presentazione è imminente, lancerà sul mercato un dispositivo già aggiornato all’ultima release di Android. Non conosciamo le motivazioni di Samsung che hanno portato al lancio del Galaxy Note 7 equipaggiato con Andorid 6.0 Marshmallow, e conoscendo le tempistiche di aggiornamento di Samsung possiamo solo sperare che Android 7.0 arrivi entro la fine dell’anno.