Google
Google vs Apple, continua la guerra a colpi di sfottò tra i due giganti

Google ed Apple continuano la loro battaglia a colpi di piccoli e divertenti sfottò. Questa volta Big G per elogiare i meriti del suo servizio Google Photos, arrivato alla versione 1.25 , ha preso di mira la limitata capacità di memoria di iPhone modello da 16 GB.

Nel video pubblicato dal colosso di Mountain View non è solo iPhone ad essere preso di mira, ma tutti i dispositivi del gruppo della mela morsicata, che nelle loro versioni più economiche mostrano evidenti problemi di spazio insufficiente, mostrando il solito fastidiosissimo messaggio a video di memoria piena. La presa in gira, dunque, consiste nell’impossibilità per gli utenti Apple di usufruire del supporto di carte Micro-SD per ampliare la memoria, cosa invece possibile su centinaia di smartphone Android. Unica soluzione per gli utenti: eliminare costantemente file personali, oppure fare un upgrade ad un modello più capiente (da 64 o 128 GB) e costoso.

Google
Google ironizza sulla scarsa memoria dei dispositivi Apple

Google, una pubblicità all’insegna della più totale ironia

Nel filmato pubblicitario è possibile osservare numerose scene in cui è presente il noto messaggio«Archivio quasi pieno. Puoi gestire lo spazio in impostazioni. » che va fastidiosamente ad interrompere ogni tentativo dell’utente di scattare una fotografia o effettuare una ripresa video. Lo scopo principale, però, come già detto, è quello di pubblicizzare le novità apportate dall’ultima versione di G. Photos, tra cui quella di liberare spazio, eliminando automaticamente le applicazioni già salvate su cloud ufficiale di Big G.

Leggi anche:  AirDroid arriva su iOS per sincronizzare i device Apple con il PC

Google Photos è un applicativo gratuito per Android ed iOS e propone un cloud ad esse collegato illimitato. Unico requisito essenziale è rappresentato dal fatto che le fotografie non devono superare i 16 MP ed i video possono essere registrati al massimo in risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixels). Tutte gli altri file con una risoluzione maggiore verranno automaticamente compressi.

L’iniziativa del colosso californiano è stata capace di strappare un sorriso a molti, ma probabilmente risulterà vana, perché è importante ricordare che a partire dal prossimo modello di iPhone la versione da 16 GB dovrebbe essere rimpiazzata con una da 32 GB, per la gioia degli utenti.

A seguire il video YouTube pubblicato da Google sul suo canale ufficiale.

[pb-app-box pname=’com.google.android.apps.photos’ name=’Google Foto’ theme=’discover’ lang=’it’]