Prisma
Prisma, l’app russa che trasforma le foto in opere d’arte, applicherà la propria tecnologia anche ai video.

Il successo di Prisma non conosce limiti. L’app russa, che trasforma le foto in opere d’arte, estenderà la propria tecnologia anche ai video. A dichiararlo è lo stesso Alexey Moiseenkov, ideatore di questa apprezzatissima applicazione fotografica.

Il grande successo sui sistemi operativi iOS e Android

Torniamo a parlare di un’app popolarissima, che ha debuttato dapprima su iOS e una settimana fa sui dispositivi Android. Attualmente, Prisma risulta la seconda applicazione mobile più scaricata al mondo, dopo la famigerata Pokémon Go. Difatti, a oggi, 16 milioni e mezzo di utenti del Melafonino hanno effettuato il download della suddetta app. Mentre si registrano circa 2 milioni di download giornalieri sui device del robottino verde.

Alla luce di questi risultati, Alexey Moiseenkov ha pensato di estendere l’Intelligenza Artificiale della sua applicazione fotografica anche ai video. Nelle prossime settimane, l’app riceverà un importante update che consentirà agli utenti di poter applicare la propria tecnologia anche sui filmati. Pertanto, filtri ed effetti artistici entreranno in funzione anche durante la registrazione di un video. Lo ha dichiarato lo stesso sviluppatore russo, nel corso di un evento promozionale organizzato nella Silicon Valley.

Il video, che vi abbiamo proposto, mostra uno degli effetti artistici che sarà in grado di riprodurre Prisma. Dunque, come evidenzia il breve filmato, l’applicazione è un software di editing, capace di elaborare le fotografie – o, in questo caso specifico, i video – attraverso un complesso sistema di reti neurali artificiali. Tuttavia, la sua peculiarità riguarda il fatto che tale piattaforma possa generare file ispirati a diverse correnti artistiche.

Nel corso delle prossime settimane, vi allegheremo il link diretto per effettuare il download della versione aggiornata dell’app.