Addio PokéVision

Con l’ultimo aggiornamento di Pokémon GO si dice addio o forse arrivederci a PokéVision il servizio che permetteva di localizzare tutti i Pokemon sulla mappa in modo semplice e veloce. Purtroppo Niantic e Nintendo hanno preso la decisione di bloccare le possibili ricerche sulla mappa in modo da rendere la caccia ancora più difficile e sopratutto evitare che servizi esterni possano guadagnare del denaro sfruttando i server del gioco.

Dopo questa mossa moltissimi giocatori hanno richiesto il rimborso completo dei loro acquisti in-app  ottenendolo anche in modo semplice e veloce visto che oltre alla rimozione dei dati di gioco l’ultimo update ha cancellato alcune feature in-game ufficiali particolarmente amate dall’utenza.

La conferma della chiusura di PokéVision arriva direttamente dal canale Twitter degli sviluppatori della famosa applicazione Web che si sono scusati per il disservizio confermando inoltre che non c’è alcuna garanzia che il sito torni a funzionare mostrando nuovamente i Pokemon sulla mappa.

PokéVision bloccato, ecco l’alternativa

Intanto PokéMesh (l’applicazione disponibile per Android) continua a funzionare e anzi ha inserito all’interno della mappa anche le palestre e i Pokéstop. La possibilità di ricercare i Pokemon tramite un’applicazione non ufficiale logicamente può essere considerata come una scorciatoia che cerca di sopperire alla funzionalità non presente all’interno del gioco originale. Non sappiamo se Niantic abbia messo un freno a questo fenomeno per rilasciare in futuro una mappa completa nell’app stessa ma sicuramente in questo modo ha trovato un giusto compromesso per alleggerire i server.

Leggi anche:  Pokémon GO, la terza generazione sempre più vicina: tutti gli indizi