nospam
Come evitare le chiamate spam con Android

Evitare le chiamate spam, ammettiamolo, è diventato il nostro sport preferito. Fare in modo di non rispondere, fingersi in vacanza o donne delle pulizie pur di non intraprendere una telefonata con i vari call center, anche, è diventato un gioco da ragazzi. Ma basti sapere che con Android è possibile evitare fastidiose chiamate ad orari improponibili grazie ad un nuovo aggiornamento.

Il gigante informatico ha rivelato una nuova versione della sua funzione per Google Phone in grado di individuare le chiamate di disturbo e avvisare l’utente che, sì, quelle sono proprio le chiamate cui non devono rispondere. Gli utenti possono contrassegnare tutte le chiamate provenienti da un determinato numero come spam, avvisando quindi Google alla fonte e garantire così di non essere più presi di mira da ulteriori chiamate di disturbo.

Con questo aggiornamento sarà anche possibile marcare i numeri sospetti come “poco raccomandabili”, contrassegnandoli come “presunto chiamante spam” o “spam” vero e proprio, semplicemente attraverso l’ID chiamante, che compare quando il dispositivo inizia a squillare. Se si sceglie di rispondere alla chiamata in ogni caso, è possibile contrassegnare il numero come spam in seguito, nella lista delle chiamate recenti.

I dispositivi Nexus di Google sono già in grado di identificare le aziende legittimate a chiedere se si è iscritti a determinati servizi o database. È inoltre possibile rilevare se una chiamata proviene da un contatto di lavoro o di un numero personale, sebbene per far ciò sembra sia necessario consentire a Google di accedere alle informazioni sulle proprie chiamate.

Tuttavia, l’aggiornamento sarà disponibile solo per gli utenti muniti di un Nexus o di un dispositivo AndroidOne e comunque su device con sistema operativo Android Marshmallow 6.0 o versione successiva.

La nuova funzione è attivata per impostazione predefinita quando gli utenti installano la versione più recente dell’app sul terminale, ma può essere disattivata accedendo alle Opzioni > ID chiamante > Opzione di protezione spam.

Spam-block-604348

La notizia segue un recente rapporto secondo il quale pare che le chiamate di disturbo costituiscono due telefonare su cinque registrate nel solo Regno Unito. Le cose non vanno meglio negli Paesi, compreso il nostro. E, purtroppo, si è scoperto anche che i clienti più anziani erano stati particolarmente presi di mira proprio nel ricevere più chiamate in media, rispetto a quelli non considerati “vulnerabili”.