Pokémon GO
Nel caso non ve ne foste accorti, il gioco è disponibile anche in Italia.

Nel corso di un simpatico panel, tenutosi in occasione del San Diego Comic-Con, John Hanke, il CEO di Niantic, ha dichiarato ufficialmente che, nel prossimo futuro, saranno introdotti dei veri e propri Pokémon Center all’interno della loro fortunata applicazione Pokémon GO.

Come era avvenuto per il rumor circa gli scambi tramite NFC, adesso apparentemente confermato, in questo momento il team di sviluppo starebbe lavorando a queste due grandi novità per rivoluzionare il gameplay che, allo stato attuale, è abbastanza monotono e privo di particolari spunti. Hanke ha confermato che nel prossimo futuro i giocatori potranno curare i rispettivi Pokémon presso degli specifici Pokéstop (trasformati e rinominati in Pokémon Center, ndr) e che, inoltre, per trasmettere quel senso di curiosità e di voglia di esplorazione tipico della serie canonica Pokémon, lo sviluppatore aggiungerà personalizzazioni di vario tipo nei diversi luoghi d’interesse, così da invogliare gli allenatori a visitarne sempre di più anziché fossilizzarsi su quelli più comodi e vicini.

Per quanto riguarda gli scambi, lo stesso CEO ha spiegato che la possibilità di scambiare i Pokémon è in dirittura di arrivo e che, attualmente, è in test nella versione beta dell’applicazione (purtroppo non si tratta di un open beta quindi non è accessibile dagli utenti finali, ndr); vi basti sapere che, sarà necessario essere fisicamente vicini per poter far partire, in futuro, la procedura di scambio dei Pokémon.

Leggi anche:  Pokémon Go: novità Halloween 2017 e su ‪Suicune‬, ‪Niantic‬, ‪Entei‬, ‪Raikou

Dopo l’enorme ed in parte inaspettato successo, per l’App sviluppata in collaborazione con Nintendo sta già arrivando il declino?

 

[pb-app-box pname=’com.nianticlabs.pokemongo’ name=’Pokémon GO’ theme=’discover’ lang=’it’]