Pokémon GO
Nel caso non ve ne foste accorti, il gioco è disponibile anche in Italia.

Il fenomeno del momento Pokémon GO non accenna a diminuire bensì continua a macinare risultati impressionanti ad esempio, raddoppiando le vendite dei punti vendita Gamestop inseriti all’interno del gioco. Tuttavia, il titolo non è ancora disponibile in tutti i Paesi, anzi.

In Giappone ad esempio, probabilmente lo Stato in cui l’applicazione è più attesa che mai, pare che il lancio di Pokémon GO sia stato posticipato a data da definirsi. Le aziende infatti impegnate nel ruolo di Publisher in territorio nipponico ovvero Niantic, McDonald’s e The Pokemon Company, si sono accordati per un posticipo della pubblicazione in quanto, considerata l’enorme mole di potenziali allenatori giapponesi, i già poco stabili server del videogioco avrebbero subire un colpo a dir poco imbarazzante, con conseguente ira di milioni di giocatori sparsi in tutto il pianeta.

È quindi probabile che Niantic stia eseguendo dei lavori per migliorare la stabilità dei propri server e perché no, magari si sta attivando per acquisirne di nuovi visto che, anche al momento, i problemi non mancano né su Android né su iOS. Se anche voi state giocando e vi state appassionando a Pokémon GO, allora vi segnaliamo un rumor che vi interesserà sicuramente: pare che la software house produttrice del titolo, Niantic, sia attualmente al lavoro per far sì che nel gioco si possano eseguire degli scambi di Pokémon tra gli allenatori tramite la tecnologia NFC, che è semplice ed immediata da utilizzare e diffusa su quasi tutti i terminali Android più recenti.

Leggi anche:  Pokémon GO: il meteo avrà un ruolo fondamentale