Google Play Store Android 7.0
I complottisti pensano sia il preludio ad una nuova misura di sicurezza per contrastare la pirateria. La cosa certa è gli sviluppatori più ni voga perdono milioni grazie alle app piratate

All’interno della Developer Preview 5 di Android 7.0 è ora visualizzata la fonte delle app installate, siano esse provenienti dal Play Store di Google o terze parti oppure installate tramite sideloading dei file APK.

Per visualizzare la stringa con l’informazione basta andare nelle Impostazioni e poi entrare nella voce App: cliccando su di una applicazione installata e scorrendo troveremo la sezione Store. Come possiamo notare dagli screenshot la dicitura cambia a seconda che l’app in questione sia stata scaricata dal Play Store oppure installata manualmente tramite APK con il gestore pacchetti di Android 7.0.

Ci possono essere vari motivi per mostrare la fonte di un’app installata, ma c’è una fetta d’utenza che pensa che questo tipo di informazione possa essere il preludio per un sistema DRM legato alla lotta contro le app pirata, impedendo di effettuare il sideloading di determinate applicazioni. Fin’ora non c’è alcuna evidenza che un sistema del genere possa essere allo studio, in quanto la nuova informazione fornisce quello che in passato era possibile ottenere attraverso una query manuale e il comando getInstallerPackageName.

La nuova funzione di Android 7.0 potrebbe essere invece utile per tracciare la provenienza dello store da cui una determinata app è stata installata: molte persone utilizzano store alternativi, come ad esempio Amazon Underground o Aptoide, e con questa nuova funzione è possibile sapere in pochi passaggi da quale fonte abbiamo installato la nostra app.