Microsoft
Microsoft ha annunciato di voler rinunciare al raggiungimento di 1 miliardo di dispositivi con Windows 10

Microsoft non riuscirà ad installare la nuova versione del suo sistema operativo desktop (Windows 10) su un miliardo di dispositivi entro il 2018, come inizialmente previsto dalla stessa società.

L’annuncio è arrivato venerdì scorso direttamente da un porta-parola del gruppo, che ha affermato: «A causa della nostra maggior focalizzazione sul settore degli smartphone, l’obiettivo di raggiungere un miliardo di dispositivi con il nostro sistema operativo desktop Windows 10 necessiterà di un maggior tempo.»

La società, dunque, non ha previsto una nuova data di scadenza per il raggiungimento dell’obiettivo prefissato al momento del lancio della piattaforma, circa 1 anno or sono. Nulla di preoccupante, comunque, considerato che attualmente Windows 10 è installato su circa 350 milioni di dispositivi ed ha raggiunto un tasso di crescita maggiore di tutte le versione precedenti avute nel corso della storia.

Microsoft, il vero problema si materealizza nel settore mobile

Android ed iOS sono ufficialmente i sistemi operativi più diffusi ed amati al mondo. Questo almeno è quanto emerge dalle statistiche che vedono Windows 10 Mobile raggiungere a stento una quota di mercato pari allo 0.7% nel primo trimestre del 2016. Grande flop, dunque, il tentativo di rilanciare il marchio Nokia attraverso i cosiddetti “Windows Phone“.

La crisi della società ha causato, inoltre, numerosissimi licenziamenti, circa 1850 da inizio anno. Il patron del gruppo, Satya Nadella, ha tenuto ha precisare: «Stiamo concentrando i nostri sforzi dove possiamo fare la differenza». Un portavoce, infine, ha confermato, solo qualche tempo fa, la ferma intenzione del gruppo di continuare a sviluppare device mobile con Windows 10 Mobile.

La situazione non è delle più rosee per il gruppo di Redmond. Non ci resta che attendere per scoprire le eventuali contromosse che la società avrà intenzione di presentare, al fine di smuovere un mercato statico e scalzare dal trono gli acerrimi rivali Android ed iOS. Stay tuned su Tecnoandroid.it!