Pokemon-Go
Quello che c’è da sapere su Pokémon GO

In breve, Pokémon GO è un gioco sviluppato sui dispositivi mobili che sta letteralmente prendendo il sopravvento nella vita delle persone. Si tratta di un gioco basato sulla realtà aumentata che usa gli aspetti della vita reale “traducendoli” in un mondo magico e diverso, la cui trama sottilmente velata vorrebbe convincere la gente ad uscire dalle proprie case.

Ma forse non tutti sanno che cosa sia Pokémon. Ecco, dunque, una piccola guida sui generis che vi aiuta a capire di cosa si tratti senza che osiate chiedere, facendo la figura degli sprovveduti.

Un Pokémon (che significa qualcosa come “mostro da tasca”) è una piccola creatura animale. Ce ne sono molti e di diversi tipi. È meglio pensare a loro come diverse specie di animali. Quando qualcuno sta aiutandone uno in Pokémon GO, l’obiettivo è quello di averne molti e diversi. La più conosciuta è Pokémon Pikachu, che certamente ricorderete di più e con la quale si ha più familiarità.

Curiosità di cui non potremmo fare a meno, ma che serve a non fare altre brutte figure: il plurale di Pokémon è – non immaginate – Pokémon. Non lo avremmo mai detto, ma così è.

In entrambi i casi, sia che si tratti di Android che iOS, l’applicazione è gratuito ed utilizza il GPS per mappare il vostro quartiere e, fondamentalmente, ovunque si vada. È colorato, un po’ come una versione del Grande Fratello nella vita reale.

Il gioco utilizza la fotocamera del telefono, in modo da avere un’impressione molto veritiera di quello che il Pokémon sta facendo. Cosa ci si fa è presto detto. Il gioco dà una quantità limitata di Pokeball in modo da poter catturare un Pokémon “selvaggio” lanciando palline con un rapido movimento delle dita. Nel far ciò, si rischia di cadere nella dipendenza di trascorrere tutta la notte in questa dinamica. Ma si viene ricompensati con punti e altri regali.

Leggi anche:  Pokémon GO riceve un finanziamento di 200 milioni di dollari per sviluppare il seguito

Anche se lo scopo del Pokémon è certamente sufficiente a tenervi in gioco per ore, si può effettivamente utilizzarlo per combattere altre persone e guadagnare un sacco di punti e vantarsi con gli avversari. Il nostro piccolo amico otterrà punti esperienza quante più cose fa e ciò gli permette anche di “salire di livello”.

Ma ecco la parte importante: cosa sono i Pokeplace. Questi, di solito, sono i siti di interesse della nostra città. Quindi, si può camminare per le strade della propria città. Incontrare negozi e punti di interesse che conosciamo abitudinariamente. La strategia di gioco ideale è quella di camminare e cercare di percorre più strada possibile e rincorrere i diversi Pokémon che potrebbero essere nascosti.

È interessante sapere anche che, proprio grazie a Pokémon GO, molti giocatori hanno riportato un evidente aumento dell’attività fisica. Anche se la risposta al gioco è stata assolutamente positiva, grazie a persone che condividono storie di amicizia e di scoperte, Pokémon GO cela la sua quota di insidie. Si racconta, infatti, di un giovane che ha trovato un cadavere proprio durante il gioco, un gruppo di ragazzi ha utilizzato le funzionalità incluse nel gioco per convincere la gente a rubare e i dipartimenti di polizia hanno anche emesso una serie di avvertimenti per i giocatori per ricordare loro di fare le cose di base, come vedere in entrambe le direzioni prima di attraversare la strada.

Come andrà a finire se questi sono i presupposti? Finora il gioco è un fenomeno. Le azioni di Nintendo sono salite alle stelle. L’applicazione è attualmente la più scaricata ed è sulla buona strada per superare Twitter nel numero di utenti attivi. Ad ogni modo, non è ancora stata rilasciata nella maggior parte dei Paesi.