nasa
Ourmine è famoso per aver sabotato i profili di importanti personaggi del settore della comunicazione

Gli hacker non vanno in vacanza e questa volta attaccano il profilo Twitter della Nasa. Sorpresa per tutti gli appassionati di astronomia che si sono visti postare dall’autorevole agenzia spaziale un generoso lato B in primo piano al posto dei “soliti” pianeti e satelliti.

L’immagine hot è apparsa sull’account della missione Keplero, il telescopio spaziale inaugurato nel 2009 con lo scopo di cercare pianeti simili alla Terra in orbita attorno a stelle diverse dal Sole. L’account Twitter di Keplero è seguito da oltre 569mila utenti. In questo caso si è trattato di un hackeraggio andato a buon fine doppiamente: infatti, lo scatto del lato B è apparso anche sul sito ufficiale della Nasa, che pubblica in automatico le attività dei social dell’agenzia spaziale. Per fortuna in poche ore tutto è tornato alla normalità, ma sono rimaste le tracce di migliaia di tweet ironici.

Ed è recentissimo l’attacco subito proprio dal ceo di Twitter Jack Dorsey, il cui profilo personale è stato preso di mira dal team conosciuto col nome di OurMine. In questo caso gli hacker hanno si sono impossessati della pagina personale di Dorsey sostituendone i contenuti con un messaggio da loro impostato. Il gruppo è diventato famoso per aver compiuto sabotaggi dei profili di importanti personaggi del settore della comunicazione, primo fra tutti Sundar Pichai, CEO di Google.