juno
Juno entra in orbita di Giove

Juno ha raggiunto Giove e si è messo in orbita polare intorno al pianeta gassoso dopo una delicata manovra durata 35 minuti. La sonda della NASA, con a bordo anche strumentazione italiana, è stata lanciata il 5 agosto del 2011 da Cape Canaveral in Florida e dopo 5 anni e diversi milioni di chilometri è ora pronta a iniziare l’esplorazione a distanza.

Per festeggiare l’evento storico Google ha pensato di dedicare uno dei suoi famosi Doodle realizzato da un’immagine gif fatta di pixel ben visibili, ricorda i giochi a 8 bit, con l’immagine della sonda nei pressi di Giove accanto l’immagine dell’esultanza degli uomini e donne della NASA.

Juno arriva su Giove per studiarlo

doodle google

Dopo un viaggio durato esattamente 4 anni e 11 mesi la sonda con il nome della Dea Giunone, moglie di Giove e madre di tutti gli Dei, ha raggiunto il suo consorte. Non si è avvicinata troppo a lui, si mantiene in orbita polare a 5 mila chilometri di distanza. Ora è arrivato il momento, dopo il lunghissimo viaggio di 793 milioni di chilometri, di mettersi subito a lavoro per studiare il gigante gassoso ricoperto da una fitta coltre di nubi.

La sonda lanciata dalla NASA è dotata di due strumenti realizzati in Italia: JIRAM e KaT. Il Jovian InfraRed Auroral Mapper è uno spettrometro ad immagine finanziato dall’ASI, il suo compito è quello di analizzare gli strati superiori dell’atmosfera e verificherà la presenza di metano, vapore acqueo, ammoniaca, fosfina. Sono attese anche tante immagini delle spettacolari aurore dei poli gioviani.

Il Ka-Band Translator è uno strumento realizzato dall’Università La Sapienza di Roma anche questo realizzato con il supporto di ASI. Lo strumento di radioscienza rappresenta la porzione nella banda Ka dell’esperimento di gravità. Di italiano c’è anche il sensore d’assetto Autonomous Star Tracker realizzato, insieme al JIRAM, da Finmeccanica e Ka-Band da da Thales Alenia Space Italia sempre con il supporto di ASI. Un’ennesima dimostrazione di validità dell’industria e degli scienziati italiani.