Free
Free, l’operatore mobile low-cost francese potrebbe arrivare presto in Italia

Free Mobile, noto operatore di telefonia mobile francese, sembra intenzionato ad immettersi nel mercato italiano. Il gruppo, infatti, è entrato in trattative con “Vimpelcom” e “Hutchison” al fine di acquistare i diritti relativi all’utilizzo delle antenne e delle loro frequenze per dispositivi mobili.

Xavier Niel, fondatore di uno degli operatori più famosi di Francia “Free Mobile”, dopo aver investito a titolo personale nel in “Telecom Italia“, sembrerebbe essere intenzionato all’acquisto di antenne e diritti di utilizzo delle relative frequenze sul territorio italiano.

L’idea, dunque, è quella di lanciare il brand anche sul mercato italico, al fine di aprirsi a nuovi sbocchi commerciali. Per far ciò il l’azienda francese si è affidata a alla società russa “Vimpelcom” ed a quella di Hong-Kong “Hutchison”, impegnate nel matrimonio tra i due operatori nostrani “Wind” e “3 Italia“. Quest’ultimo diminuirebbe la concorrenza e creerebbe una sorta di “monopolio” a causa del nuovo bacino utenti pari a 31 milioni di clienti.

Free, in Italia per soddisfare 3, Wind e Bruxelles

Per evitare che la Commissione Europea blocchi il progetto a causa di una monopolizzazione del mercato, però, è necessario che il nuovo gruppo che si verrà a creare ceda una parte dei suoi utenti ad una nuova figura: “Free mobile” per l’appunto.

Ora tocca a Bruxelles, che ha aperto un’inchiesta approfondita sull’affare, approvare il piano entro il prossimo agosto 2016 e permettere la fusione, nonché l’ingresso del nuovo operatore. Per quest’ultimo, inoltre, si tratterebbe della prima sortita al di fuori del territorio francese, dopo i vani tentativi del 2014 in Germania e del 2015 nel Regno-Unito.

Staremo a vedere se il progetto andrà a buon fine e soprattutto se il mercato potrà beneficiare di un’ulteriore riduzione dei piani tariffari a disposizione degli utenti. Stay tuned su Tecnoandroid.it!