realtà virtuale
Google lavora a una versione di Chrome Android per la realtà virtuale

Google Chrome per Android avrà a breve il supporto per la realtà virtuale. Il colosso dei motori di ricerca starebbe lavorando, quindi, a una integrazione della realtà virtuale nel browser dedicato al suo OS mobile. Già nelle ultime versioni beta e dev rilasciate sul famoso browser dedicato ad Android, sono comparse le opzioni per attivare il supporto WebVR (Chrome Beta) e il comando VR Shell, solo per Chrome Dev.

WebVR è un’API JavaScript che semplifica la creazione di siti web VR-Ready. Samsung, ad esempio, è già dotata di un browser sperimentale dedicato a Gear VR, ma è scontato che una versione di Chrome compatibile anche con la realtà virtuale potrebbe raggiungere un pubblico più vasto, nonostante i requisiti hardware di Daydream siano da vero top di gamma. Queste novità, comunque, consentiranno di sfruttare il potenziale dei visori per la realtà virtuale nel corso della navigazione online, una volta che sarà rilasciata la release definitiva di Chrome per Android. In ogni caso essendo delle implementazioni ancora in fase beta, richiedono di essere abilitate dall’utente tramite l’indirizzo chrome://flags.

Leggi anche:  HMD conferma: i nuovi Nokia riceveranno tutti Android P

Il 2016 è stato definito “l’anno della realtà virtuale” e Google ovviamente non poteva non stare al passo con i tempi. Già durante l’ultima conferenza Google I/O 2016, l’azienda di Mountain View aveva mostrato un’anteprima della strategia futura dedicata alla realtà virtuale, parlando di “VR Mode” e di “Daydream” come di due novità che rivoluzioneranno sicuramente l’esperienza utente di tutti coloro in possesso di un device dotato di sistema operativo Android e indicando il lancio del nuovo Android n Nougat come punto di partenza della rivoluzione targata realtà virtuale.

Ed è proprio di questi giorni la notizia dell’accordo siglato da Samsung con NBC Sports per trasmettere le Olimpiadi di Rio in modalità virtuale. Si potranno, così, guardare ben 85 ore di contenuti grazie al visore Gear VR, abbinato a uno smartphone top di gamma.