facebook
Facebook aggiorna la News Feed

Facebook rinnova la propria News Feed con un nuovo algoritmo che metterà al primo posto nella scelta dei post da far visualizzare amici e familiari. La “News Feed Values“, così chiamata dal vice presidente Adam Mosseri, darà priorità ai post dei conoscenti piuttosto che ad editori e pagine. Previsto un calo (ulteriore) per questi ultimi.

Il vice presidente della News Feed spiega in un lungo post quali cambiamenti hanno deciso di adottare sulle bacheche di tutto il mondo. “L’obiettivo della News Feed è quello di mostrare alla gente le storie che sono più rilevanti per loro. Oggi, stiamo annunciando un aggiornamento che ti aiuta a vedere più messaggi di amici e parenti“. Mentre il News Feed è classificato da un algoritmo informatico, Mosseri spiega che “News Feed è un sistema che è stato progettato e costruito da persone, queste persone hanno dei valori, e questi valori si riflettono nel modo in cui prendiamo le decisioni regolarmente“.

Facebook rinnova la News Feed

facebook
Ecco come Facebook decide (in modo semplificato) cosa mostrare agli utenti

Secondo il VP Mosseri questo nuovo sistema consente di rendere trasparente l’operato del social network facendo sì che siano le persone a decidere in prima persona cosa vedere sulla propria bacheca dando priorità a parenti e amici. La classica news feed, quella che abbiamo utilizzato fino ad oggi, utilizza invece un sistema differente, che tiene conto delle pagine che visitiamo più spesso e degli amici con cui interagiamo maggiormente.

Leggi anche:  Facebook: il social vorrà conoscervi meglio grazie alla nuova fantastica funzione

Questo aggiornamento causerà una riduzione della portata e del traffico per alcune pagine. Quelle che soffriranno maggiormente saranno quelle più piccole i cui contenuti difficilmente vengono condivisi dagli utenti, ciò significa che saranno ancora minori le interazioni e, di conseguenza, le visite al sito a cui fa riferimento la pagina. Secondo Mosseri il nuovo algoritmo serve a dimostrare che Facebook non ha interessi particolari rispetto a quello che mostra agli utenti.

In realtà, le cose sembrano essere esattamente all’opposto di quanto affermato perché, ora, le pagine saranno quasi obbligate a sponsorizzare i propri contenuti per renderli visibili ai propri utenti oppure saranno obbligate a pubblicare articoli di scarsa qualità che attirano facili clic e condivisioni.

L’intento di Facebook è, come sempre, quello di far in modo che gli utenti rimangano quanto più a lungo sui prodotti dell’azienda di Menlo Park. Con questo nuovo algoritmo sembra che l’effetto sarà doppio, più tempo speso sulla propria bacheca e più articoli sponsorizzati dalle pagine.