Google Chrome è uno strumento essenziale per molti di noi, ma è tutt’altro che perfetto. Il rallentamento della performance è una delle critiche che più spesso vengono mosse contro il browser. Si può migliorare rapidamente la velocità di Chrome e senza andare troppo nel tecnico e in modo molto semplice e rapido.

Analizziamo subito i 4 passi da seguire per avere un immediato aumento della velocità del browser più utilizzato su pc e smartphone:

1) Ridurre le estensioni

Questo potrebbe essere un suggerimento ovvio, ma vale la pena sottolinearlo, in particolare, perché molte di esse non sono visibile sulla barra degli strumenti, e qualcuna potremmo averla dimenticata. Ogni estensione richiede un minimo quantitativo di RAM che sommate insieme e alle altre richieste di RAM da parte del browser possono essere la causa dei rallentamenti di Chrome. Liberarsi, quindi, delle estensioni che non servono più.

Andare su Personalizza e controlla Google Chrome (menù hamburger) quindi Estensioni per visualizzare l’elenco completo. Se preferite è possibile disattivarle, ma l’idelae è eliminare quelle che non servono, la disinstallazione è la soluzione migliore. Aprire il Chrome Task Manager ( Shift + Esc in Windows) per vedere quali estensioni e applicazioni utilizzano più CPU e spazio di memoria sul sistema.

2) Aggiungere un piccolo numero di estensioni utili

Può sembrare contraddittorio, ma se si installa un piccolo numero di estensioni davvero utili, queste possono dare a Chrome una mano a migliorare. Prendiamo ad esempio Risparmio dati estensione di Google che reindirizza le pagine attraverso i propri server consentendo di ridurre l’utilizzo dei dati e ottimizzando le pagine visitate.

Poi ci sono le estensioni di terze parti che consentono di migliorare Chrome in particolare quando si aprono decine di schede alla sola volta. OneTab , Tab Suspender e The Great Suspender possono tutti ridurre l’utilizzo della memoria.

3) Ridurre i plug-in

Questa operazione permette di accelerare la navigazione, ma potrebbe interrompere la funzionalità su alcuni siti. È una buona idea quella di disattivare un plug in per volta, se è possibile, e controllare che tutto funzioni normalmente. Si noti che non è possibile disinstallare completamente i plug-in di Chrome dal browser, ma solo impedire loro di girare.

Scrivere chrome://plugins nel browser per rivedere ciò che è installato e con un po’ di lavoro investigativo bisogna capire cosa è sicuro disabilitare e ciò che non lo è. Il blocco di alcuni plug-in consente di arrestare la riproduzione automatica dei video, per esempio, e si può generalmente ridurre il numero di processi e strumenti in esecuzione in background.

4) Cancellare la cache

C’è un certo dibattito sul fatto se svuotare la cache può effettivamente accelerare il vostro browser. Dopo tutto, la cache è progettato per caricare le pagine e gli elementi in modo più rapido, ma come molte altre parti del sistema può diventare troppo carico e poco performante nel corso del tempo, il che significa che Chrome fatica nel fare il lavoro di ricerca dei i file memorizzati nella cache e dei cookie.

Dalla scheda Impostazioni, scegliere Visualizza le impostazioni avanzate e quindi Cancella dati di navigazione. Dalla finestra di dialogo che appare, scegliere i cookie e i file memorizzati nella cache, più eventuali altri dati che desiderate cancellare.