robot_sesso
Nel 2025 faremo sesso con i robot umanoidi

A quanto pare, fra 10 anni tutti, uomini e donne, potremmo fare sesso con i robot. Quando i futurologi, come il dottor Ian Pearson, ipotizzarono questa svilente prospettiva, i “robot del sesso” ammiccavano da dietro la cortina del debutto. Che, poi, ci fu.

Lo stesso Pearson ha compilato un rapporto relativo il futuro del sesso. E suggerisce che dormire con i robot sarà prassi comune per le donne come guardare un porno oggi. Badiamo bene, ha parlato di donne nello specifico.

Insomma, secondo quanto affermerebbe il futurologo, la “robophilia” potrà diventare così popolare da essere in grado di superare il rapporto umano sessuale a pieno titolo entro il 2050. “Tante persone avranno ancora riserve sul sesso con i robot in un primo momento. Ma, a poco a poco, ci si abituerà a loro, come all’intelligenza artificiale e al comportamento meccanico; la loro sensazione migliorerà e cominceranno a diventare amici con forti legami emotivi, e questa schizzinosità gradualmente evaporerà“.

Tuttavia, quelle “tante persone” hanno espresso preoccupazioni riguardo questo trend in crescita, temendo che i robot potrebbero presto sostituire l’interazione umana. Infatti, si tratterà nello specifico di sexy robot con i quali ci trastulleremo. All’inizio furono le bambole del sesso, pian pianino divennero più sofisticate con possibilità di movimenti e fattezze meno “fredde”. Oggi, e in un futuro nemmeno tanto lontano, questa fantascienza diventerà realtà. Inquietante per qualcuno, intrigante per altri. Perchè l’intelligenza artificiale sta facendo passi da gigante e, probabilmente, i robot del domani saranno capaci anche di “amare” imitando il sentimento umano.

Leggi anche:  Xiaomi Mitu Rover: in offerta su Cafago il super robot a 87, 38 euro

L’obiettivo di molti scienziati, quindi, è proprio quello di creare robot umanoidi sempre più simili all’uomo. E già oggi alcuni “modelli”, chiamiamoli così, sono così somiglianti agli umani da farci ipotizzare che, tra pochi decenni, questi saranno anche indistinguibili da noi.