Google Keep categorie
Google keep ora ordina automaticamente le vostre note per categorie

L’ultimo aggiornamento di Google Keep porta con sè la catalogazione automatica delle note, permettendovi di accedere più rapidamente alle note che vi interessano senza dover scorrere l’intero elenco alla ricerca della nota che vi interessa.

Ogni settimana Google provvede ad aggiornare le sue app, introducendo novità e corregendo eventuali bug segnalati dagli utenti o riscontrati dagli stessi sviluppatori. L’aggiornamento di Google Keep provvederà automaticamente a categorizzare le vostre note per argomenti, un pò come succede per le etichette di Inbox o per gli album di Google Foto.

L’app scansiona le vostre note e va alla ricerca di elementi comuni che potrebbero essere racchiusi sotto un’unica categoria: troveremo infatti note racchiuse in sottocategorie, come ad esempio Musica, Viaggi e Lavoro.

La categorizzazione per argomenti comuni, a cui si può accedere tramite il pannello in alto a sinistra, non sostituisce le eventuali etichette con cui avete già provveduto a dividere le vostre note, ma si affianca a queste in modo automatica, senza dover effettuare alcuna azione da parte vostra.

Leggi anche:  Android, attenzione al trojan che riesce a rubare i dati del vostro conto in banca

Una feature molto interessante per chi utilizza spesso l’app Google Keep nonostante non offra funzionalità avanzate come Evernote, una delle app per prendere note più complete e personalizzabili disponibile sul mercato.

Proprio l’app Evernote si è aggiornata da poco diminuendo le funzionalità  accessibili della versione base, disponibile gratuitamente sul Play Store, cercando quindi di convertire una maggiore fetta di utenza verso la versione a pagamento. Se state cercando un’app per gestire le vostre note o avete deciso di abbandonare per sempre Evernote, questo è il momento giusto per dare una chance a Google Keep.

Nel caso Google Keep  non fosse ancora stato aggiornato all’ultima versione disponibile sul vostro dispositivo siate pazienti ed attendete qualche ora, in quanto l’aggiornamento viene sempre rilasciato a scaglioni per non sovraccaricare i server. Fateci sapere nei commenti se ritenete la nuova categorizzazione automatica di Google Keep una funzione utile oppure no.