Peter Chou durante la presentazione di HTC One M7
Peter Chou durante la presentazione di HTC One M7

Dopo anni di successi, Peter Chou ha definitivamente lasciato HTC, chiudendo così un’era per l’azienda taiwanese ma, in realtà, per l’intero settore della telefonia. Storico CEO e co-fondatore di HTC, aveva recentemente lasciato le redini dell’azienda a Cher Wang, continuando però a ricoprire un ruolo di primaria importanza nella divisione Development Lab.
Peter Chou è stato capace di portare HTC ai vertici del mercato, tant’è che l’azienda taiwanese è riuscita a ricoprire il primo posto nel mercato della telefonia in alcune trimestrali del 2011. Sempre a Chou si deve il debutto del primo smartphone al mondo con a bordo Android, così come sotto la sua direzione è stato sviluppato il primo Nexus in collaborazione con Google. Una figura che ha dunque segnato l’intero settore della telefonia, la cui uscita di scena rappresenta una grande perdita per l’azienda taiwanese.

L’ex CEO HTC dovrebbe continuare a dirigere la Digital Domain, la casa di produzione cinematografica che ha dato vita a progetti come Deadpool, Furious 7 e X-Men:Apocalypse, solo per citarne alcuni. Chou sceglie quindi di dedicarsi completamente ad un settore differente da quello della telefonia, una scelta abbastanza singolare, viste le capacità dimostrate negli anni in relazione al segmento smartphone.

HTC dunque perde uno dei propri pilastri, una perdita che rappresenta quasi una metafora vista la situazione finanziaria in cui versa l’azienda taiwanese. L’auspicio è che HTC possa trovare un’altra figura altrettanto carismatica e capace, che riesce a far esprimere negli smartphone tutto il potenziale di una realtà che ha segnato la storia di Android e che per prima ha contribuito alla diffusione del robottino verde.