Una preview di Android N installata su Nexus 5X
Una preview di Android N installata su Nexus 5X

 

Android offre da tempo la funzionalità USB OTG, grazie alla quale è possibile collegare un mouse al proprio smartphone o tablet, cercando dunque di avere un’esperienza simile a quella desktop. Il limite di questa funzionalità è però rappresentato dal fatto che, ad oggi, Android non è in grado di cambiare il puntatore del mouse a seconda della posizione, un limite che verrà superato grazie ad Android N.
Quando infatti utilizziamo il mouse con un classico PC, notiamo che il puntatore cambia a seconda di dove lo posizioniamo: avremo la classica “freccetta” sul desktop, la “mano” sui link cliccabili, il cursore di inserimento del testo negli spazi appositi. Tutto questo oggi su Android non avviene, e quindi visualizziamo sempre la “freccetta” quando colleghiamo il mouse ad uno smartphone o un tablet.

Nelle nuove API di Android N è stato invece introdotto il supporto nativo ai puntatori mouse custom che, in abbinata al lavoro che potrà essere compiuto dai vari sviluppatori, consentirà di poter avere un’esperienza utente più vicina a quella desktop nel momento in cui collegheremo il mouse ad un dispositivo equipaggiato con la nuova release del robottino verde.

È evidente dunque che Google voglia realizzare un sistema operativo che riesca finalmente a sfruttare a dovere le diagonali di display dei tablet, visto anche il supporto nativo al multiwindows integrato in Android N. Ovviamente, molto dipenderà dal lavoro fatto dagli sviluppatori delle applicazioni, ma le premesse per poter vedere finalmente Android fare un salto di qualità nei tablet ci sono assolutamente tutte.