Android per iPhone
Un iPhone che funziona con Android

Il mese scorso abbiamo visto Windows 95 in esecuzione su Apple Watch. Un tentativo messo a punto da Nick Lee di Tendigi. Lo stesso che, oggi, è riuscito a fare in modo che Android fosse in esecuzione su iPhone.

Il video che accompagna l’esperimento mostra, appunto, come il sistema operativo Android sia in grado di funzionare su iPhone. Certo, non si nega che ci sia voluto un bel po’ di lavoro per giungere a tale risultato. Che, ammettiamolo, suona molto come un poetico ossimoro tecnologico.

Nonostante alcuni svantaggi evidenti, Android ha però una caratteristica che ha reso possibile la riuscita di questo progetto: (quasi) tutto il sistema operativo è open-source. La Open Handset Alliance, un consorzio di vettori, produttori di telefoni e sviluppatori di software guidato da Google, sostiene il progetto open source Android.

L’AOSP è, dunque, il fondamento di tutte le caratteristiche specifiche dei dispositivi Android. Quelli, per capirsi, che troviamo sui device di produttori come Motorola, HTC, LG, ecc. Per un sistema della sua portata, quindi, è sorprendentemente facile da clonare ed inserirlo su un altro dispositivo.

Leggi anche:  WhatsApp: ecco come leggere i messaggi senza entrare nella chat

Ed è proprio per la sua natura open source che Nick Lee è riuscito a clonare il sistema operativo mobile e a costruire il proprio hardware locale. E lo ha fatto testandolo su un iPhone tramite un cavo e un Nexus 5. Ovviamente, ha avuto bisogno di strumenti che hanno permesso di comunicare con iOS, così come dei cavetti USB del melafonino. Lee ha così realizzato un software che trasmette quello che accade sullo schermo dei dispositivi Android proprio sull’iPhone di arrivo.

La prossima sfida, fa sapere, è quella di trasferire tutto il sistema sull’iPhone.