iPad Pro 9.7
Come ci è sembrato iPad Pro durante l’unboxing

Apple riparte da iPad Pro. E lo fa proponendo un dispositivo accattivante per attrarre nuovamente parte del suo pubblico. È ben noto, come sopratutto nel settore tablet, quello con la mela abbia patito forse un calo di interesse.

Così, l’azienda di Cupertino ha cercato in ogni modo di rinnovare il proprio tablet. Soprattutto in virtù del fatto che device come iPhone 6S Plus, grazie alle specifiche e alle dimensioni, spesso riescono a sostituire nel miglior modo possibile un iPad.

3

Abbiamo tra le mani, dunque, un iPad Pro per vedere se le promesse di Apple sono state mantenute. Siamo curiosi di valutare le sue prestazioni, a lavoro e in situazioni di stand by per accertarci della reale durata della batteria. Le sue capacità di multitasking si preannunciano favolose, noi siamo impazienti di vedere se è vero. E, principalmente, de queste sono davvero ottimali per sostituire un computer portatile per la maggior parte degli utenti, soprattutto in contesti lavorativi.

Se per alcuni la versione da 12.9 pollici risultava davvero troppo grande, con il 9,7 pollici è tuttavia ancora difficile capire se questo iPad sia davvero in grado di battere un MacBook Air. Con il modello più piccolo, Apple non ha solo ridotto le dimensioni per un prodotto più gestibile. A quanto pare, iPad Pro 9.7 possiede effettivamente alcune caratteristiche che il modello più grande non ha, come ad esempio il display true tone. In sostanza, la funzione true tone sarà capace di regolare il colore del display in base alla luce ambientale disponibile. Invece, di limitarsi ad una luminosità fastidiosa per alcuni, lo schermo regola dinamicamente il bilanciamento del bianco. In tal modo, Apple fornisce un’esperienza più piacevole a quanti amano leggere sul device.

Parlando del display, il display da 9,7 pollici è il 25 per cento più luminoso e il 40 per cento meno riflettente rispetto ad iPad Air 2, e utilizza la stessa gamma di colori del Retina iMac. Per i progettisti e illustratori, queste caratteristiche già valgono molto rispetto a tutte le altre e alle considerazioni sul prezzo. Infine, iPad Pro è dotato della stessa fotocamera da 12 megapixel che si può trovare su iPhone 6S; in altre parole, la qualità di foto e video deve essere eccellente.


disponibile in due varianti. Quella Wi-Fi da 689 € con 32 GB, per giunge ai 128 e 256 GB che vengono a costare rispettivamente 869 € e 1.049 €. Se si opta per la variante Wi-Fi + Cellular, si parte da un minimo di 830 € (32 GB) e si arriva ad un massimo di 1.199 € (256 GB), passando per 1.019 € (128 GB). Questa versione da 9,7 pollici può non apparire economica, soprattutto se si considera l’Apple Pencil ($ 99) e Smart Keyboard ($ 149) sono spese extra. Se davvero si vuole provare un’esperienza completa, allora si deve prevenivate un costo complessivo maggiore. E, probabilmente, per quel prezzo si potrebbe davvero preferire di prendere un MacBook Air.

In attesa della recensione completa, dunque, vi lascio con una curiosità che andremo a scoprire insieme.