ferrari
Motore Ferrari 488GTB, il V8 vincitore assoluto

Ferrari vince il premio Engine of the year grazie al motore otto cilindri della 488GTB. Il premio internazionale ha regalato alla casa di Maranello diversi premi per altri motori in altre categorie.

L’International Engine of the year si tiene ogni anno per assegnare dei premi al lavoro svolto dalle case automobilistiche, hanno fatto parte della giuria 63 giornalisti provenienti da 31 Paesi che hanno assegnato gli “oscar” in 11 categorie diverse e molti li ha vinti la casa italiana di auto sportive.

Ferrari fa incetta di premi all’Engine of the year

ferrari

È la prima volta per la Ferrari la vittoria assoluta, si era sempre limitata alle vittorie di categorie, del premio come motore dell’anno. La 488GTB è dotata di un V8 biturbo da 3900 cc in grado di arrivare ad una potenza massima di 670CV ad 8000 giri e una coppia di 7600Nm a 3000 giri. La vittoria assoluta arriva battendo il tre cilindri turbo ibrido, 1500 cc, della BMW i8 e il 3000 cc turbo della Porsche 911.

Come detto, sono arrivati premi anche in altre categorie come quello per i motori oltre i 4000 cc il 6.3 litri da 740 CV della F12tdf, che ha battuto il V10 5.2 Audi e il V8 5.5 Mercedes-AMG.

Sono passati otto anni da quando un motore con più di quattro cilindri ha vinto il titolo dell’International Engine of the Year e più di dieci anni da per un motore con più di sei cilindri. Dunque un risultato ancora più prestigioso per l’azienda italiana del cavallino rampante. La giuria ha definito il V8 di Maranello, ricco di tecnologie, lo stato dell’arte dei motori.

Il motore della Ferrari 488GBT ha conquistato altri tre premi di categoria: quello per i nuovi motori, quello per il motore più performante e per la categoria dei motori fra i 3000 e i 4000 cc. Il nuovo otto cilindri fa un enorme passo in avanti per lo sviluppo delle prestazioni del gruppo propulsore, la potenza esplosiva dei suoi 670CV a 8,000rpm e la coppia di 760Nm a 3,000rpm in settima marcia, con un tempo di risposta della valvola a farfalla di soli 0,8 secondi a 2,000rpm in terza marcia, ha entusiasmato tutti i giudici.

Brava Ferrari