whatsapp
Un malware si insinua negli smartphone via WhatsApp

Un nuovo pericolo per gli utenti di WhatsApp o, meglio, l’ennesima truffa. E questa volta riguarda l’applicazione WhatsApp Gold. A causa della sua popolarità, questa viene utilizzata come vera e propria fonte di inganno e frode.

L’ultima truffa ai danni degli utenti di vari social networking si chiama, dunque, WhatsApp Gold, una “presunta” versione Premium della popolare applicazione di messaggistica. Questa si fa portavoce fuorviante di un elenco di innovazioni che migliorano l’efficienza dell’applicazione stessa come, ad esempio, l’invio di 100 immagini insieme, effettuare chiamate video, eliminare i messaggi inviati prima della lettura dei destinatari.

Conclusione: non vi è nessun WhatsApp Gold. Questa versione, che presumibilmente sarebbe esclusivamente dedicata alle celebrità e ai personaggi famosi (da qui, probabilmente il nome), avrebbe dovuto quindi consentire anche funzioni extra, tra le quali l’invio di nuove emoji, opzioni di sicurezza e di personalizzazione – tra le altre.

Le comunicazioni nell’era dei social network e dei servizi di messaggeri sono cambiate drasticamente negli ultimi tempi ed è per questo che, a ben pensarci, facciamo un uso più smodato di messaggi che di chiamate per telefono. Tuttavia, i moderni smartphone forniscono la possibilità di fare qualsiasi cosa proprio attraverso le applicazioni, che possono essere installate spesso gratuitamente e senza costi aggiuntivi.

Attraverso questo annuncio di una falsa applicazione Premium, i criminali informatici cercano di indurre l’utente a installare l’aggiornamento sul dispositivo mobile. in modo tale da acquisire le fantomatiche informazioni personali. Ovviamente, siamo tutti coinvolti. Sebbene probabilmente pernsata per le celebrità, come anticipavamo, a nessuno è vietato il download. Però, al momento, non è ancora ben chiaro quali siano le informazioni che possono essere compromesse.

Quel che è certo è che WhatsApp può bloccare l’account di un utente che utilizza un’applicazione che non è ufficiale. È bene, dunque, prestare attenzione.