Samsung Galaxy A9 Pro: lancio europeo sempre più vicino

L'arrivo nel mercato europeo di questo phablet Samsung è sempre più sicuro grazie all'ottenimento della certificazione Wi-Fi. Quest'ultima porta alla luce un nuovo, interessante dettaglio riguardo alla connettività.

139

Samsung Galaxy A9 Pro

Buone notizie per tutti coloro che sono interessati al nuovo Samsung Galaxy A9 Pro. Pochi giorni fa il modello internazionale di questo phablet era stato avvistato su Zauba, ma nelle ultime ore il dispositivo ha ottenuto la certificazione WFA grazie alla quale si viene a conoscenza di nuovi interessanti dettagli.Il Samsung Galaxy A9 Pro fino a questo momento è venduto esclusivamente nel mercato cinese, ma ormai è quasi certo che il terminale verrà commercializzato anche nel mercato europeo.
Grazie alla certificazione WFA, ovvero della Wi-Fi Alliance, si scopre che in realtà saranno previste 2 versioni del terminale: una single SIM e un’altra Dual SIM.

Samsung Galaxy A9 Pro, il phablet che non ti aspetti

Il passaggio del Samsung Galaxy A9 Pro presso Zauba ci ha permesso il nome in codice con cui viene identificato lo smartphone, ovvero con la sigla SM-A910F che, guardacaso, corrisponde con quello emerso dalla certificazione WFA.
Dunque, il lancio del terminale nel mercato occidentale è ormai alle porte, ma tuttavia non si conosce alcun dettaglio nè sulle tempistiche nè sui mercati di destinazione.

C’è però un elemento nuovo: Samsung Galaxy A9 Pro sarà commercializzato in 2 versioni, una Single SIM e l’altra Dual SIM e la speranza è quella che entrambe le varianti siano pienamente compatibili con le frequenze degli operatori italiani.

Il perchè questo Samsung Galaxy A9 Pro è così interessante è presto detto: si tratta di una versione maggiorata con alcune differenze rilevanti rispetto al fratello minore, il Galaxy A9. Si tratta di uno smartphone, o meglio di un phablet con un display Super AMOLED da 6 pollici di diagonale e risoluzione Full HD. Il device è equipaggiato con un SoC Snapdragon 652, affiancato da una GPU Adreno 510 e ben 4 GB di RAM (contro i 3 GB di A9).
La fotocamera principale è da 16 megapixel (contro 13) con f/1.9, ma a stupire è la batteria che raggiunge i 5000 mAh (contro i 4000 mAh di A9) che garantirà un’autonomia eccezionale e renderà praticamente inutile un qualsiasi battery pack.
Infine, il sistema operativo preinstallato sarà Android 6.0.1 Marshmallow, mentre il Galaxy A9 era uscito con Lollipop per poi essere aggiornato successivamente.
Il resto delle specifiche include una fotocamera frontale da 8 Megapixel, 32 GB di storage espandibile e molto probabilmente anche la radio FM, feature che il produttore coreano non integra praticamente più in nessun flagship che viene commercializzato ufficialmente in Italia.
Ne sapremo di più nelle prossime settimane.