MeeGoPad 02
MeeGoPad 02, il computer super-economico con Android desktop

MeeGoPad 02 è un computer ARM ultra-compatto a basso costo, che permette agli utenti di usufruire del sistema operativo Android su un qualsiasi desktop, grazie a Remix OS. Il dispositivo può rivelarsi estremamente interessante per chi non vuole spendere molto e non ha pretese eccessive.

Grazie a Remix OS sarà finalmente possibile usufruire di una versione desktop di Android su qualsiasi monitor dotato di ingresso HDMI (compatibile fino ad una risoluzione di 4K). L’industria informatica, dunque, sembra voler riprodurre il successo impressionante ottenuto dal sistema operativo di Google anche in ambiente desktop, al fine di poter sfruttare nuovi mercati ed accrescere i profitti.

MeeGoPad 02, caratteristiche tecniche

Il dispositivo, nonostante il costo davvero contenuto, offre un comparto hardware interessante:

  • Processore octa-core ARM 32 bits Cortex-A7 “Allwinner A83T” da 2 GHz;
  • GPU PowerVR SGX544MP1;
  • 1 GB o 2 GB di memoria RAM;
  • 16 GB o 32 GB di memoria di archiviazione (flash);
  • Porta di uscita HDMI;
  • Lettore di schede Micro-SD fino a 128 GB;
  • Due porte USB 2.0, per le periferiche esterne (mouse, tastiera, memorie di massa esterne, ecc.);
  • WiFi 802.11n;
  • Bluetooth 4.0.

Il sistema operativo, come già accennato, è “Remix OS 2.0” ed il prezzo proposto è davvero competitivo: circa 27€ (tasse escluse) per la versione base (1 GB di memoria RAM e 16 GB di memoria di archiviazione) e circa 41€ (tasse escluse) per la versione potenziata (2 GB di memoria RAM e 32 GB di memoria di archiviazione).

Leggi anche:  Android: un nuovo virus mette a rischio gli smartphone

Il device sembra poter rivoluzionare il modo di concepire i computer desktop, riformando il settore ed aprendo nuove ed interessanti soluzioni a basso costo per le imprese e per i cittadini. Tuttavia, prima del successo sperato, esso dovrà affrontare la concorrenza di Phoenix OS e Chrome OS, agguerriti rivali che presto diverranno compatibili con gli applicativi Android. Non ci resta che osservare l’evolvere della vicenda. Stay tuned su Tecnoandroid.it!