tumori
Tumore al cervello provocato dai cellulari, nuovo studio conferma correlazione

Tumore al cervello provocato dai cellulari uno studio americano conferma il legame quando, pochi giorni fa, un altro studio australiano smentisce l’esistenza di una correlazione. A chi credere e come comportarsi?

È una questione che va avanti da anni, e come accade su argomenti così controversi, i pareri discordanti sono all’ordine del giorno. L’ultimo, in ordine cronologico, studio è stato condotto per due anni sui ratti dal National Toxicology Program (NTP) statunitense. I poveri roditori sono stati esposti a delle radiazioni di poco superiori a quelle che assorbe l’uomo con l’utilizzo dei dispositivi mobili.

I risultati della ricerca statunitense hanno dimostrato che solo nei ratti maschi c’è stato un incremento dei gliomi, un tipo di tumore al cervello molto diffuso. Lo studio sui 2500 topi bombardati da radiofrequenze differenti (Gsm, 900MHz, 1900 MHz ecc) ha evidenziato che il 3 per cento ha sviluppato un aumento di gliomi e il 7 per cento ha sviluppato il neurinoma o schwannoma, un tumore benigno (che si sviluppa nelle cellule dei nervi) che colpisce maggiormente le donne.

Una differenza fondamentale di questo studio rispetto ad altri dello stesso tipo è che gli studi precedenti sui ratti sono stati ritenuti inconcludenti. Questo principalmente perché i topi sono stati infettati da sostanze chimiche tossiche per indurre tumori. Tali tumori sono stati poi monitorati per determinare gli effetti delle radiofrequenze. La ricerca del NTP, tuttavia, non ha utilizzato tali pratiche. I tumori non sono stati indotti o stimolati in alcun modo.

Lo studio è costato 25 milioni di dollari e le informazioni acquisite non hanno porta la Food and Drug Administration, l’ente regolatore per la salute pubblica, non ha modificato aggiornato la sua posizione nei confronti di cellulari e smartphone. Per l’ente nessuna correlazione è stata trovata tra uso del cellulare e tumori cerebrali.

Dunque, come dovremmo comportarci per non incorrere in alcun pericolo reale o presunto? Buona norma sarebbe evitare di parlare con il telefono all’orecchio, soprattutto per lunghi periodi di tempo, inoltre è consigliabile utilizzare degli auricolari. Anche se gli studi e le ricerche al momento non hanno ancora espresso alcuna relazione certa tra i tumori al cervello e l’utilizzo dei cellulari è sempre meglio essere cauti.