Samsung vs Huawei: la guerra sta per iniziare

Sta per iniziare una nuova battaglia tra due giganti delle telecomunicazioni. La citazione in giudizio da parte di Huawei nei confronti di Samsung potrebbe risolversi in breve come potrebbe andare avanti per mesi.

88

Samsung vs Huawei

Dopo la “famosa”, lunga guerra del passato tra Samsung e Apple, andata avanti per anni tra ricorsi, appelli e accordi non rispettati, forse sta per iniziare un’altra battaglia, ma questa volta i protagonisti potrebbe essere diversi.

Questa volta, Apple non c’entra nulla, ma Samsung invece si. Già, perché appena 2 giorni fa il colosso sudcoreano è stato recentemente citato in giudizio da Huawei. La società cinese ha dato il via libera a due cause legali rispettivamente presso la Corte degli Stati Uniti e Corte Popolare di Shenzen. Sembra che Samsung abbia violato ben 11 brevetti di natura software e hardware, tra gli oltre 50.000 registrati da Huawei, legati alla capacità di alcuni dispositivi Samsung di accedere alla rete 4G.

Samsung vs Huawei: chi la fa l’aspetti

A Samsung sono stati sufficienti soltanto 2 giorni per effettuare una denuncia contro Huawei. La compagnia coreana è certa di avere un’ottima spiegazione e la dichiarazione di Ahn Seong-ho, capo della sezione che gestisce le proprietà intellettuali della società, non lascia spazio ad ulteriori equivoci: “Samsung prenderà tutte le contromisure necessarie, anche se servirà una nuova azione legale“.

Al momento non si sa bene che cosa accadrà tra Samsung e Huawei: la società di Seul potrebbe semplicemente controbattere sui brevetti contestati, ma c’è anche la possibilità che Samsung sia in possesso di particolari elementi per accusare il colosso cinese.

Da sottolineare un fatto importante: nella denuncia fatta da Huawei non è stata chiesta  nessuna sospensione delle vendite dei terminali incriminati, in quanto provocherebbe un’ingente perdita economica e danno d’immagine per la società. Piuttosto è richiesto esclusivamente il pagamento della somma di denaro necessaria per lo sfruttamento illecito di questi 11 brevetti. Insomma, una specie di multa da pagare per l’utilizzo improprio fino a questo momento, per poi poterli utilizzare senza ulteriori penali.

Non resta che vedere se la faccenda si risolverà in maniera pacifica o tra Huawei e Samsung nascerà un dissidio ben più profondo che prolungherà per mesi e mesi questa nuova “telenovela” legale.
Samsung vs Huawei: chi vincerà? Chi vivrà, vedrà.