Zuk
Zuk Z2 sarà presentato al pubblico il 31 maggio.

Ormai manca poco più di una settimana alla presentazione del nuovo terminale Zuk. Il marchio cinese appartenente al gruppo Lenovo lancerà Z2. Resta ancora più di qualche dubbio sul processore adottato dal nuovo flagship del brand.

Zuk ha tutta l’intenzione di confermarsi come uno dei produttori cinesi di maggiore rilievo degli ultimi tempi. Solo poco più di un mese fa, la divisione del gruppo Lenovo ha presentato al pubblico il top di gamma Z2 Pro. Si tratta di un dispositivo mobile che punta su un comparto hardware di primissima categoria e su una lunga serie di funzionalità aggiuntive.

Recentemente, sono apparse su GFXBench le specifiche tecniche di un altro terminale del brand, intitolato R1. Poco tempo fa, il CEO di Zuk ha condiviso un’immagine teaser di Z2, altro autentico flagship. Ora si sa che il modello verrà lanciato a partire dal prossimo 31 maggio, giorno della sua presentazione ufficiale.

Tutti i rumors su Zuk Z2

L’amministratore delegato dell’azienda cinese aveva parlato della possibile introduzione del processore Exynos 8890, identico a quello montato sui dispositivi Samsung di ultimissima generazione. Gli ultimi rumors sembrano affermare ben altro. Infatti, Zuk Z2 dovrebbe funzionare grazie ad un chipset Qualcomm Snapdragon, molto probabilmente la versione 820.

Non è comunque da escludere la versione con Exynos, con l’opportunità di poter usufruire di ben due varianti distinte e separate. Nel frattempo, diamo un’occhiata alle probabili specifiche tecniche del device Android:

  • Display da 4,7-5 pollici;
  • Processore Qualcomm Snapdragon (820?);
  • RAM di 3/4 GB;
  • Memoria interna di 32 GB;
  • Fotocamera posteriore da 13 megapixel;
  • Fotocamera frontale da 8 megapixel;
  • Lettore di impronte digitali;
  • Sistema operativo Android 6.0 Marshmallow.

A meno di una settimana dal lancio definitivo di Z2, le informazioni disponibili sono davvero frammentarie e necessitano di un’ulteriore conferma. Si parla anche di un prezzo di 1799 Yuan cinesi, corrispondenti a circa 245 euro. Fra sei giorni si saprà tutto.