android
Le app Android ora anche su Chromebook

Tra le novità presentate in occasione della conferenza degli sviluppatori di Google I/O, tenutasi la scorsa settimana, a sorpresa l’annuncio di integrazione tra il sistema operativo di Google (OS Chromebook) e il sistema operativo mobile (Android). In pochi mesi, dunque, sarà possibile installare applicazioni scaricandole dal Google Play Store direttamente sul proprio computer Chromebook.

In un incontro con i giornalisti, Ken Liu, il direttore per Chromebook, ha fatto sapere che tutte le applicazioni saranno installabili sul computer. “Porteremo su PC tutto il Play Store, in modo che gli utenti possano usare le loro applicazioni preferite anche su computer. Ciò significa che gli utenti avranno accesso anche ad applicazioni che non sono mai state utilizzate prima su un PC, come Snapchat”, tipicamente d’uso dei dispositivi mobili.

Si prevede che la versione desktop del celeberrimo store online delle applicazioni di Google possa essere completata entro la fine del 2016.

L’annuncio preannuncia che ora sarà possibile scaricare e utilizzare le applicazioni Android su Chromebook, il che offre una maggiore possibilità di produttività e di intrattenimento. Ad esempio, sarà possibile effettuare una chiamata Skype e lavorare con i file di Office, senza essere in quel momento connessi a Internet o, persino, prendere una pausa mentre si gioca con applicazioni come Minecraft o Clash of Clans. Le stesse applicazioni che girano su telefoni e tablet Android potranno ora essere utilizzate su un Chromebook senza compromettere la velocità, la semplicità e la sicurezza del PC.

L’unico problema che può essere rivolto a Google è il fatto che molte applicazioni Android non sono ancora sviluppate per schermi ampi, ma per display con risoluzioni tipiche dei dispositivi mobili e tablet.

Da metà giugno, sempre secondo Google, lo Store per i Chromebook sarà aperto per i modelli Acer Chromebook R11 e Flip Asus Chromebook Pixel Chromebook. Inoltre, le piattaforme sulle quelli le applicazioni vengono eseguite saranno Intel e ARM. Nel corso dell’anno, molto probabilmente, se ne aggiungeranno altri.