arduino
Il fai da te con Arduino e stampante 3D

È possibile eseguire alcune cose davvero interessanti con Arduino e una stampante 3D. In questo articolo riportiamo 5 progetti con il cuore del primo e il corpo realizzato mediante il secondo.

Quadcopter guidato da Arduino

Due delle cose più popolari al mondo Geek in questo momento sono la stampa 3D e i droni. Perché non combinare le due cose per realizzare un drone quadcopter? Utilizzando un apparecchio radio, bussola, motori, regolatori di velocità, eliche, e una serie di altre parti in combinazione con un Arduino e un corpo fatto in stampa 3D, si può costruire il proprio piccolo quadcopter. Tutto comodamente acquistabile on-line con facilità.

arduino drone

Servirà fare una buona dose di cablaggio per tenere tutto ben fissato al telaio, ma grazie alle istruzioni di un tale Nolan5454 si può trovare tutto, compreso il file di stampa 3D. Quindi, avrete solo bisogno di una stampante. Una volta che è tutto insieme, si può volare via GPS o trasmettitore FM.

Robot con ruote

I robot Arduino sono un ottimo modo di sfruttare, in modo divertente, questa tecnologia. Se si vuole procedere da soli nella realizzazione, il set di istruzioni fornito da davidhrbaty aiuterà a stampare in 3D questo piccolo droide, ed è possibile cablare anche Arduino Nano per farlo correre. Il robot può essere controllato da un telecomando IR, automaticamente tramite il rilevamento di ostacoli, o in “modalità monitor”, che utilizza un sensore ad ultrasuoni.

Oltre a stampare il corpo, è necessario avere alcuni servomotori, un ricevitore IR (e remoto), un sensore a ultrasuoni, un altoparlante, e alcune batterie AAA. Fortunatamente, quasi tutte queste cose sono facilmente reperibili. Dopo di che, basta fare una stampa rapida e impostare i motori.

Lampada DNA

Questo progetto è come una versione “nerd” di una lampada di lava. Per la realizzazione occorre un gruppo di LED, condensatori, un oscillatore, transistor, e un cavo di alimentazione. Poichè per l’alimentazione occorre collegarsi alla rete elettrica, bisogna fare molta attenzione quando ci si lavora su!

Una volta raccolti i vari componenti, è necessario usare alcune competenze di base di elettronica per cablare lo stampo in 3D a doppia elica di un motore a rotazione, come quello di un forno a microonde, e ottenere l’alimentazione di rete.

Pip-Boy 3000 Mark II

Questo progetto e alcuni tra quelli simili stanno facendo il giro dopo il rilascio del videogioco Fallout 4, e si può capire il perché: si tratta di un piccolo gadget davvero cool. Serviranno un bel paio di pezzi unici, tra cui: un giroscopio, un power pack, un display capacitivo con scheda driver, torcia elettrica, sensore di pressione, sensore di metano, e un corpo di stampa 3D in più parti.

Avrete bisogno di fare una scheda I/O per ottenere questo lavoro di progetto personalizzato. E’ un progetto assolutamente coinvolgente, specialmente per i fan del videogame.

Macchina CNC

Se si sta cercando di costruire un proprio strumento per lavori di precisione, una macchina CNC sarebbe un grande passo.

Serviranno anche una vasta selezione di pezzi, tra cui un sacco di elementi di fissaggio, alcuni cuscinetti, un modulo relè e dei connettori DC, alcune parti metalliche per la superficie, e un Arduino per eseguire il tutto. Alcuni dei collegamenti per le parti dovrebbero essere facili da reperire.

Non si dispone di una stampante 3D? Basta costruirne una!

Se non si dispone di una stampante 3D, avete alcune opzioni per ottenere le parti stampate in 3D che occorrono per questi progetti: si potrebbe acquistarne una a prezzi accessibili, prenderne in prestito uno, usarne una nel makerspace più vicino oppure, se si vuole veramente fare da se, costruirne una da soli, possono bastare anche 60 dollari.

arduino ewaste-printer

L’eWaste, da 60 dollari, è una particolare stampante 3D molto piccola e potrebbe non essere abbastanza grande per stampare le parti per alcuni dei progetti più grandi di cui sopra, ma è un progetto fai da te davvero interessante. In primo luogo è molto conveniente, inoltre è anche eco-friendly, dato che utilizza principalmente parti riciclate. Avrete bisogno di un paio di vecchie unità CD o DVD, un’unità disco floppy, un piccolo motore passo-passo, un alimentatore, un estrusore, e qualche extra, ma in realtà è un progetto sorprendentemente semplice.

Bisognerà fare un po’ di calibrazione e di lavoro di elettronica di base, ma il prodotto finale è sorprendentemente funzionale.