whatsapp
Il logo dell’app di messaggistica

WhatsApp si è aggiornato ed è arrivato alla versione 2.16.66 dell’applicazione. L’ultimo update introduce diverse funzioni interessanti, tra cui spicca il supporto alle risposte veloci. Questa feature era già stata introdotta per i dispositivi iOS, ma adesso è stata rilasciata anche per gli utenti Android. Assieme alle novità, comunque, sono arrivati anche dei problemi per molti smartphone.

Le nuove funzionalità di WhatsApp

L’ultimo update dell’applicazione ha regalato agli utenti le quick replies tanto attese. Le risposte veloci, infatti, permettono di rispondere ai messaggi in arrivo direttamente dalle notifiche. Grazie ad esse, quindi, non ci sarà più bisogno di avviare nuovamente l’app. È stata introdotta anche la possibilità di archiviare, eliminare o silenziare più chat contemporaneamente, selezionandole tutte in una volta. L’aggiornamento, inoltre, ha ampliato la formattazione del testo inserendo nuovi formati in grassetto, corsivo e barrato.
È stata rivisitata anche la funzione per la condivisione di foto sull’app. Adesso, infatti, si possono scegliere immagini e video cliccando direttamente sul pulsante della fotocamera nella chat. In ultimo, sono arrivati nuovi colori da scegliere per lo sfondo delle conversazioni. Tutte le tonalità, comunque, sono sempre a tinta unita.

Leggi anche:  Pixel Ambient Services è l'app che conferma il riconoscimento always on della musica

I problemi dell’aggiornamento

Gli utenti che hanno già ricevuto l’aggiornamento hanno lamentato diverse problematiche in seguito all’update. Alcuni, infatti, riportano un rallentamento nella fluidità dello smartphone. Altri, invece, dicono di aver perso tutti i contatti delle chat e di non riuscire ad avviare l’app al primo colpo. C’è anche chi parla di messaggi arrivati in ritardo e di schermate bloccate per via delle registrazioni audio. La stessa cosa accade con l’apertura delle foto e si registrano malfunzionamenti anche con in nuovi formati. Il team di WhatsApp si occuperà sicuramente di tutte queste problematiche. Nel frattempo, l’aggiornamento rimane gratuito e disponibile per tutti gli smartphone con una versione pari o superiore ad Android 2.1.