YouTube
YouTube potrebbe lanciare “Unplugged”, un servizio a pagamento di canali televisivi da visionare in diretta streaming.

YouTube sta lavorando a “Unplugged“, un servizio a pagamento in grado di offrire agli utenti un pacchetto di canali televisivi da poter visionare in diretta streaming su Internet. La notizia è stata resa nota dalla testata giornalistica Bloomberg, secondo la quale il progetto debutterà nei primi mesi del 2017.

I rumors riferiscono che, attualmente, la piattaforma sarebbe impegnata nella revisione degli aspetti tecnici di questa nuova funzionalità. Gli stessi dirigenti dell’azienda avrebbero preso accordi con molte importanti imprese mediatiche come Comcast Corp.’s NBCUniversal, Viacom Inc., Twenty-First Century Fox Inc. e CBS Corp..

Nello scorso autunno, YouTube ha introdotto Red: il suo primo servizio a pagamento, che consente di vedere video, film e programmi televisivi senza essere interrotti di continuo da annunci pubblicitari. Attraverso Unplugged, il software potrebbe finalmente ampliare i propri contenuti su web e applicazioni mobili, sfruttando il servizio premium.

Malgrado la piattaforma abbia scelto di non pronunciarsi riguardo la notizia che circola in rete, già a partire dal 2012 aveva espresso la propria intenzione nel voler investire in un’apposita rete per telecomunicazioni. Lo stesso Sundar Pichai, CEO di Google, aveva dichiarato in un comunicato stampa indirizzato agli azionisti di Alphabet: “Il nostro obiettivo è fornire più scelta per gli appassionati di YouTube. Abbiamo iniziato questo viaggio verso il basso con una serie di applicazioni specializzate come YouTube Kids e il nostro servizio di abbonamento YouTube Red“.

Leggi anche:  Netflix, arriva l'ufficialità per il rincaro dei prezzi anche in Italia

L’idea sarebbe quella di realizzare, negli Stati Uniti, un pacchetto di canali composto da quattro reti di trasmissione: due di queste potrebbero essere “Comedy Chanel” e “Style Network“. Come Apple, anche YouTube sarebbe pronto a riservare ai propri utenti delle tariffe vantaggiose, che potrebbero aggirarsi al di sotto dei $35 mensili.

Barton Crockett, analista presso FBR Capital Markets, ha manifestato un marcato scetticismo nei confronti di questo potenziale progetto, affermando di dubitare sull’effettiva domanda di acquisto per tali pacchetti in quanto, soprattutto negli USA, finora è stato registrato un basso afflusso di utenza per i servizi streaming a pagamento.

Tuttavia, contrariamente a quanto sostenuto dall’analista, YouTube potrebbe dimostrare che i suoi spettatori siano pronti a rivoluzionare il tradizionale metodo di guardare la tv.