uber
Uber cambia il metodo di pagamento sugli smartphone Android.

A partire dalla prossima settimana, Uber effettuerà ufficialmente la transizione ad Android Pay come piattaforma preferita per i pagamenti in-app su smartphone Android.

Già in precedenza la società aveva integrato nel proprio sistema di pagamento Google Wallet, nel 2013. Ma, all’inizio di quest’anno, Google riproposto che l’app per gestire i pagamenti peer-to-peer fosse Android Pay con lo stesso fattore di convenienza, garantendo in questo modo un passaggio più semplice e quasi obbligatorio. L’azienda ha inviato via email ai clienti che hanno utilizzato in precedenza il precedente sistema di pagamento per le proprie corse in modo che siano a conoscenza della modifica prima del tempo.

Gli utenti che hanno già impostato Android Pay sul loro telefono cellulare saranno in grado di selezionare questo sistema come qualsiasi altra opzione di pagamento (carta di credito personale, PayPal, ecc). L’incentivo per utilizzare questo metodo è rappresentato dalla volontà di Uber di regalare 10$ da utilizzare per la prossima corsa che si intende effettuare. Tale possibilità è offerta, tuttavia, solo per un tempo limitato, quindi è consigliabile effettuare la transizione rapidamente per ottenere questo bonus.

Android Pay è il portafoglio mobile di Google e rivale di Apple Pay, che ha iniziato a sostenere i pagamenti in-app lo scorso dicembre. Questo accordo con Uber gli permetterà senza dubbio la possibilità di diffondersi maggiormente tra gli utenti che fanno spesso acquisti dal proprio smartphone.

Leggi anche:  iOS 11: con il nuovo aggiornamento il tracking di Uber viene bloccato