Getty Images
Il logo di Getty Images

Aumentano le accuse di Google sotto la lente dell’Antitrust. Getty Images, famosa agenzia fotografica americana, ha depositato un ricorso contro la compagnia alla Commissione europea. Il colosso di Mountain View è accusato di pratiche lesive dei diritti d’autore. Stando alle dichiarazioni, il motore di ricerca avrebbe violato il copyright di molte foto.

Gli accordi tra Google e Getty Images

I contrasti tra le due società sono iniziati nel 2013, quando Google ha modificato unilateralmente le condizioni del contratto. Secondo gli accordi iniziali, infatti, gli utenti del motore di ricerca potevano avere accesso soltanto a foto in bassa risoluzione della compagnia. Se volevano scaricarle e utilizzarle in alta definizione, dovevano accedere al sito e acquistarle. Con i nuovi termini di servizio, invece, le foto di Getty Images potevano essere scaricate in ottima qualità anche dalle immagini di Google. Gli utenti, quindi, non avevano più alcun motivo per visitare il sito dell’agenzia. Stando ai documenti, però, se la società non avesse accettato i cambiamenti avrebbe avuto una sola via d’uscita: non essere più presente tra i risultati di ricerca. Getty Images, quindi, ha deciso di schierarsi a favore dell’antitrust nella battaglia legale che coinvolge Alphabet e Google. L’azienda ha sporto denuncia per pratiche lesive nei confronti del proprio business e dei diritti d’autore.

La continua ascesa di Google

Nonostante le varie accuse per abuso di posizione dominante, gli affari per il colosso di Mountain View vanno a gonfie vele. Nel primo trimestre di quest’anno, infatti, ha registrato una crescita del 20 per cento, incassando un utile netto di 4,2 miliardi di dollari. La rivolta di oltre 200,000 artisti, fotografi e fotogiornalisti, però, potrebbe essere comunque un duro colpo da incassare.