spotify
Il logo verde di Spotify

Gli utenti di Spotify sono invitati a cambiare password sulla piattaforma. Il recente attacco di un gruppo di cybercriminali ha divulgato le credenziali di accesso di centinaia di utenti. I portavoce della compagnia hanno affermato che il servizio non è stato colpito, ma per ragioni di sicurezza si consiglia di cambiare alcuni dati.

La lista incriminata

Pochi giorni fa alcuni hacker sono riusciti a penetrare nel sistema di Spotify e a rubare i dati personali di molti utenti. La lista di centinaia di username, con relative password, email e tipologie di abbonamento è stata inserita sul sito Pastebin. All’interno del file erano contenute anche altre informazioni importanti. Esse riguardavano la data di scadenza e di rinnovamento degli abbonamenti e il Paese in cui era stato creato l’account. Alcuni utenti, però, sono riusciti a preservare i loro dati fermando in tempo gli attacchi. La testimonianza di una vittima spiega le misure adottate per sconfiggere gli hacker:”Ho sospettato che il mio account fosse stato compromesso la scorsa settimana, quando tra le canzoni riprodotte di recente ho notato brani mai ascoltati. Così, ho cambiato la password e scollegato tutti i dispositivi”.

Leggi anche:  Spotify: è possibile avere l'abbonamento Premium gratis?

Le dichiarazioni di Spotify

Nonostante le testimonianze di alcuni utenti, la compagnia svedese continua a smentire ogni attacco alla piattaforma. “Spotify non è stato violato e i dati dei nostri utenti si trovano al sicuro. Monitoriamo Pastebin e altri siti regolarmente. Quando notiamo credenziali di Spotify, prima verifichiamo la loro autenticità, poi nel caso avvisiamo immediatamente gli utenti interessati consigliando di cambiare la password”. Chi è stato attaccato, comunque, può ancora recuperare il proprio account collaborando con il servizio di assistenza della piattaforma.